L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

L’Italia s’è desta, grazie a due guerriere

ZURIGO «E’ un argento che vale tanto, anche se ho visto il trionfo a un passo». La 38enne piemontese Valeria Straneo, al traguardo della maratona degli Europei di Zurigo, sorride stretta nell’abbraccio di una bandiera italiana. «Il percorso era davvero tosto - racconta - e non ho da rimpro

AMARANTO» IL FUTURO

di Fabrizio Pucci wLIVORNO A tre settimane dal raduno e dalla partenza per il ritiro di Castellaro (Imperia) il Livorno 2014/15 è ancora tutto da decifrare. A tenere banco è ancora la questione allenatore perché non è ancora certo se Davide Nicola si siederà sulla panchina amaranto anche l