«Sono di Spezia», poi Raggi chiarisce: no, sono carrarino

CARRARA.C'è stato un piccolo caso di campanilismo, prontamente chiarito, che ha visto protagonista il difensore carrararese Andrea Raggi, appena acquistato dalla Sampdoria.
Il potente centrale, cresciuto nella Portuale e con alle spalle una positiva stagione alla Carrarese nel 2003/2004, ieri, durante la presentazione a Bogliasco avrebbe affermato ai cronisti presenti: «Non so perché ma ogni tanto qualcuno scrive che sono nato a Carrara. Non è vero, sono spezzino».
Dichiarazione che ha spiazzato molti sportivi di Carrara. Abbiamo quindi contattato lo stesso Raggi al telefono, il quale subito ha chiarito tutto: «Mi sento carrarino al cento per cento» ha affermato con forza.
«Il caso - continua - è nato perchè a una domanda ho risposto che ero nato a La Spezia, e non a Carrara, come viene riportato da tutti. Ma all'ombra del Sagro ho vissuto quasi tutta la mia vita, quindi è chiaro che sono carrarino».
Raggi ha subito chiarito l'equivoco, e d'altra parte in più articoli aveva dichiarato che doveva tutto della sua carriera al nonno Jorio, che lo portò al campo dei Pini della Portuale, da dove era iniziato il cammino verso Empoli. Ben diverso l'atteggiamento di Pietro Fusco che, dopo la stagione dell'anno scorso, continua a parlare male della Carrarese; resta da capire come mai nel 2007 lo stesso Fusco fu tra i giocatori che incisero l'inno di Lagomarsini cantando a squarciagola Forza Carrarese. Davvero singolare come atteggiamento.
L.B.