L'Italia ottiene tregua sulla questione Tocai


BRUXELLES. L'Italia ha accettato la formuladi compromesso proposta dalla presidenzadi turno danese sulla questione delTocai. Nell'accordo con l'Ungheria, nel1993, l'Italia e gli altri paesi che fanno usodella denominazione Tocai si erano impegnatiad eliminarla entro il 31 marzo 2007. L'Italia tuttavia non ritenevaancora chiusa la questionee fino a qualche giorno fa siopponeva alla formula definitadalla presidenza danese. Ieril'accordo è stato trovato,sulla base di una dichiarazioneaggiunta al testo della posizionecomune. L'Italia, a suavolta, ha fatto mettere a verbale,una sua dichiarazioneunilaterale letta dal ministrodegli Esteri Franco Frattini. L'Italia ha sostenuto a lungoche la denominazione Tocaiè stata utilizzata prima inFriuli che in Ungheria e inSlovacchia. I partner hannofatto riferimento agli impegniassunti dall'Italia e dagli altrigoverni interessati. La formulanon rimette in discussionela scadenza prevista per l'eliminazionedella denominazioneTocai, ma lascia la portaaperta a misure di sostegnoper i produttori. Per il ministrodelle Politiche Agricole,Gianni Alemanno: «Il governoitaliano è deciso a difenderela denominazione del Tocai».