«Solo dei pazzi si rovinerebbero per 5 milioni» Allegri sicuro di sé a fine interrogatorio: «Punto solo sull'ippica»


MILANO. 02Quattro ore di processo, un fiume diparole e poco altro. Alle ore 19,40 giunge il momentodella pausa ed in sala stampa arriva MassimilianoAllegri. Tutti gli occhi sono puntati sudi lui. «Come mi sento? Tranquillo - dice -, propriocome qualche settimana fa. Ho risposto alledomande perché non ho niente da nascondere.Se fossi stato colpevole non sarei neppure venutoal processo». La sua situazione e quella deglialtri deferiti, però, è particolare. Il livornese losa: «Dobbiamo dimostrare la nostra innocenza,ma non ho ben capito da che cosa. Non ho maiscommesso sul calcio e non intendo farlo anchese ne avrei le possibilità. Quando sono state legalizzatele scommesse non è stato fatto un regolamento,magari vietando le puntate ai giocatori.Dovevano pensarci prima per evitare certi problemi».Allegri va oltre: «Faccio giornalmentescommesse solo sui cavalli, ma ciò mi è permesso.Neppure i miei genitori si intromettono nellamia vita privata. Non vedo perché dovrebberofarlo altri. Seguo l'ippica da quando ho cinqueanni, proprio come molti altri toscani. Sapete inquanti scommettono su questo sport?». Non è finita. L'amarezza è grande anche perchéquesti sospetti hanno macchiato la sua carriera.«In quindici anni - dice alzando la voce -ho avuto sempre il rispetto di dirigenti, compagnidi squadra e tifosi. Nessuno mi ha mai accusatodi niente ed ora per la prima volta mi trovocostretto a rispondere di cose che non ho fatto.Solo dei sottosviluppati, che guadagnano cifreelevate come quelle dei calciatori professionisti,potrebbero rovinarsi per cinque milioni». Durantel'interrogatorio il procuratore federalePorceddu gli ha fatto più domande su telefonateda lui effettuate a Mauro Grazzini, gestore diagenzie ippiche a Prato ed a Pescara, ed a MauroAntrilli, amico d'infanzia e (per l'accusa) autoredi alcune puntate consistenti. «Grazzini èun amico di famiglia. Ci sentiamo da anni ognigiorno. Tutto qua. Antrilli? Non capisco il collegamentocon le scommesse. Forse pensano chesia stato io ad effettuare le quattro puntate (daun milione ciascuna ndr) sospette di Pescara.Mah... Le ha fatte Antrilli? Non credo proprio.Mi sembra impossibile che un ragazzo che guadagnaun milione e mezzo al mese lavorandocon i genitori (hanno un banco di frutta ndr)possa permettersi di rischiare certe cifre. Ospaccia droga oppure non è possibile». E' l'ultimafrase. «Volevo andare a vedere il Milan e rischiodi non farcela» sospira. Alle 20,30 invecetutti escono ed in taxi raggiungono San Siro.

Andrea Ramazzotti