E' il secondo incidente del genere in Piemonte


TORINO _ Franco Romano è il secondo generale dei carabinieri morto in Piemonte a causa della caduta di un elicottero, con quattro militari a bordo. Il 13 marzo del 1984, il generale Mario Sateriale, anch'egli all'epoca comandante dell'arma in Regione, perse infatti la vita in un incidente avvenuto sulle montagne della Val Chisone (a una cinquantina di chilometri in linea d'aria da Torino), mentre si stava recando ad assistere a un'esercitazione. Con lui morirono il capitano Fausto Paniconi, il maresciallo pilota Nibaldo Bianchini e il brigadiere Mario Betacchini. L'elicottero era decollato dalla caserma Cernaia di Torino; una ventina di minuti dopo la partenza, alla centrale operativa era arrivato l'ultima drammatica comunicazione: «Stiamo precipitando». Il velivolo era stato trovato dopo ore di ricerche sulle pendici del monte Cotarauta, tre chilometri sopra Inverso di Pinasca. Anche allora, infatti, la zona della disgrazia era avvolta in una fitta nebbia. Causa dell'incidente fu un guasto meccanico. Due montanari, che si trovavano a circa un chilometro di distanza, raccontarono di aver sentito l'elicottero avvicinarsi e poi perdere colpi, come se fosse un'automobile che "andava a singhiozzo". Poi un boato e poco dopo, tra la nebbia, avevano intravisto le fiamme, sviluppatesi dopo l'impatto con il suolo. Ventuno anni fa un'altra grave sciagura area colpì l'arma dei carabinieri. Il 31 ottobre 1977, sul monte Covello, nel territorio del comune di Girifalco, un centro del Catanzarese, precipitò l'elicottero sul quale viaggiava il comandante generale dell'Arma, gen. Enrico Mino. Il velivolo, sul quale, oltre al generale si trovavano cinque fra ufficiali e sottufficiali, aveva lasciato Catanzaro, dove il comandante aveva concluso una visita nei locali della allora Legione Carabinieri (oggi Regione) e si stava dirigendo verso Rosarno (Reggio Calabria), dove si era appena insediato un reparto speciale che Mino avrebbe dovuto ispezionare. Il disastro avvenne nel primo pomeriggio. Pochi minuti dopo il decollo, l'elicottero precipitò a causa _ secondo la versione ufficiale _ delle condizioni meteorologiche. I resti dell'elicottero furono localizzati a notte fonda grazie alle segnalazioni di alcuni radioamatori.