Cascina, banditi sparano ad un metronotte


la144apolli, decine e decine di milioni d'incasso al giorno. La manovra era quasi finita, quando ieri sera, poco prima delle 21, davanti ai due agenti si sono presentati tre uomini, col volto coperto da calze di raso da donna. Hanno agito con molta calma. La solita frase, quella sentita tante, troppe volte: questa è una rapina, alzate le mani. E hanno puntato un'arma contro una delle guardie giurate, una donna. I due dipendenti della Securpol però hanno tentato fino all'ultimo di fare il proprio dovere, hanno tentato di difendere il bottino. Costi quel che costi, perché questo è quello che hanno giurato quando un giorno qualcuno ha dato loro in mano una pistola. E' costato caro a Raffaele Donnarumma, 38 anni, napoletano ma residente a Livorno, ferito al petto e ricoverato all'ospedale di Pisa, nel reparto di rianimazione. E' gravissimo. I tre banditi quando hanno visto che la questione si faceva seria hanno mantenuto la minaccia. Uno di loro ha impugnato l'arma e ha scaricato il fucile a pompa: un colpo all'altezza del petto, e la prima guardia è crollata in una pozza di sangue. L'altra guardia giurata a quel punto doveva solo pensare a salvare la pelle. I tre banditi sono saliti sul furgone blindato - lo ritroveranno più tardi gli agenti della squadra mobile sull'Emilia, alla periferia di Pisa - e se ne sono andati. Probabilmente avevano altri complici - «almeno uno», dicono gli inquirenti - pronti ad aspettarli sulla strada che avrebbe dovuto portarli al sicuro, quasi indisturbati. Un'altra auto, e via, forse verso Lucca, attraverso la strada statale. A Navacchio, intanto, sono arrivate le pattuglie della polizia, dietro a un'ambulanza del 118. Raffaele Donnarumma era tra le braccia del collega, ormai con gli occhi chiusi. Prima è stato portato al pronto soccorso, poi in tarda serata, nel reparto di rianimazione. I medici non si sbilanciano. Dicono che è gravissimo, si limitano a dire che la prognosi è e resta riservata. Donnarumma ha un polmone forato e probabilmente durante la notteLo forse questa mattina sarà sottoposto a un intervento chirurgico. Dipende solo dal risultato della Tac: qell'esame stabilirà se è operabile o meno. Emiliano Liuzzi Sabrina Chiellinisegue dalla prima pagina