Attori, registi, ma anche operai e impiegati: solo di 8 è stato scoperto il colpevole Diciotto omosessuali uccisi a Roma in 7 anni


ROMA _ Diciotto omosessuali uccisi, dal '90 all'agosto del '97, nella provincia di Roma; otto di questi omicidi sono stati risolti con l'individuazione degli autori. Ecco una cronologia. 24 luglio 1990 Giancarlo Abbate (48 anni), impiegato di una casa farmaceutica è ucciso da un tunisino. Era nudo, legato al letto con un filo elettrico. 17 agosto 1992 Emilio Mastino Del Rio (64 anni), costruttore edile, viene strangolato con una sciarpa nella sua casa all'Infernetto. Il cameriere polacco scompare senza lasciare tracce. 3 ottobre 1992 Il regista tv Vittorio Meloni viene ucciso a coltellate nella sua villa ai Castelli romani. 1 novembre 1992 L'attore Giuseppe Surrentino (66 anni), è ucciso e bruciato nella sua casa all'Appio Latino. 26 dicembre 1992 Andrea Agliata (49 anni), operaio, è ucciso con quattro coltellate nella sua casa di Guidonia. 31 dicembre 1993 Con sette coltellate è ucciso nella sua casa a Trastevere Walter Norbert Heymann, conosciuto come «Maga Magò», un cartomante di piazza Navona. 5 marzo 1993 Francesco Lino (68 anni), viene ucciso da un tunisino venticinquenne nella sua casa ad Aprilia. Il cadavere, scoperto cinque giorni dopo, ha abrasioni sul corpo, una ferita alla testa e un filo elettrico alle caviglie. 30 marzo 1993 Giancarlo Carnevali (63 anni), ex funzionario della Banca dell'Agricoltura, viene strangolato con una cravatta nella sua casa al quartiere Trieste. 20 maggio 1994 Livio Zarrillo (36 anni), parrucchiere omosessuale, viene ucciso a coltellate sul pianerottolo di casa all'Appio Pignatelli. Prima di morire aveva invano chiesto aiuto ai vicini. 28 marzo 1995 Francesco Privitera (53 anni) viene trovato in strada con il cranio sfondato davanti alla sua abitazione al Prenestino. L'uomo, noto in ambienti omosessuali, vendeva dischi usati a Porta Portese. 30 aprile 1995 Don Pietro Contaldo (53 anni), parroco di Ladispoli, viene trovato impiccato con un cordino alla maniglia di una porta del suo appartamento. L'omicida è un polacco di 22 anni, che confessa dopo il suo arresto avvenuto a luglio in Polonia. 21 maggio 1995 Emilio Crevatin (64 anni), viene trovato con il cranio fracassato nel suo appartamento di via del Boschetto. Crevatin, omosessuale, affittava camere per incontri gay. 15 settembre 1995 Giuseppe Malatesta (56 anni), omosessuale, gestore di un albergo, viene trovato morto e completamente nudo nel suo appartamento di via Tasso. 9 maggio 1996 Luciano Petrini, 37 anni, ingegnere informatico, viene trovato morto nella sua casa a Villa Bonelli, colpito alla testa con un portasciugamani. 17 ottobre 1996 Con il filo del telefono intorno al collo è trovato morto nel suo appartamento di via Livorno a Roma, Dante Cappelletti, 50 anni, docente universitario e critico teatrale. 5 dicembre 1996 Un pensionato di 67 anni, Mario Chiarani, viene trovato morto nel suo letto in un elegante appartamento di via Turati. L'uomo, legato e con un cerotto sulla bocca, è morto probabilmente soffocato, dopo essere stato colpito alla testa. 2 aprile 1997 Un uomo di 48 anni, Claudio Pavone, viene colpito alla testa con un martello e poi soffocato con il filo del telefono a Ostia in un appartamento di via Umberto Grosso, nella zona dell'Idroscalo. 8 agosto 1997 Un professore americano, Luis Inturrisi, di 56 anni viene trovato morto nella sua abitazione nella zona di Villa Panphili.