Le sincronette ucraine in salvo a Ostia: "Non possiamo credere che ci sia la guerra a casa nostra"

video Sono arrivate al Centro Federale di Nuoto di Ostia dieci atlete della nazionale ucraina di nuoto sincronizzato, accompagnate da due allenatrici. Tra mazzi di mimose e abbracci calorosi, appena sbarcate dal pullman che le ha portate in Italia da Budapest sono state accolte dal presidente della Federnuoto Paolo Barelli, dalla sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali e da alcune ragazze della nazionale italiana. "Da 13 giorni, da quando è iniziata la guerra, viviamo in un incubo", racconta l'atleta Vladyslava Aleksiiva, arrivata in Italia insieme alla sorella Maryna. Momenti di commozione quando una delle allenatrici, Olesia Zaitseva, ha ricordato come i loro familiari siano rimasti bloccati dal conflitto tra Kharkiv e Kiev".di Francesco GiovannettiSegui la diretta

Navi da crociera e yacht, Arsenale da tutto esaurito

Massimo GrecoC'è traffico in Arsenale. Dove dalla Grande viabilità e dal colle servolano si intravvede una clientela mista, per cui nei bacini convivono pacificamente grandi unità da crociera e yacht dall'importante curriculum. Dovrebbe essere "dimessa" a giorni "Pacific Adventure", già "Golden Prin