Metropolis/181- Romanzo Viminale. Il destino di Salvini e i rovelli della sinistra. Ospiti: Cardini, Patton, Serracchiani e Vergassola. Con Pertici e Sorgi.

video Partita a tre per Palazzo Chigi, cresce l'ipotesi di Meloni premier e Tajani e Salvini vice, lontano dal Viminale. La leader di FdI annuncia: "Il governo sarà ottimo". Quali altri rumor sui possibili ministri? Il Pd cerca un segretario ma non solo. Intanto le bollette raddoppiano e l'autunno si annuncia difficilissimo per i più deboli. Chi andrà a trattare con l'Europa price cap e nuove rate del PNRR? Oggi a Metropolis avremo ospiti, in ordine di scaletta, la capogruppo del Pd alla Camera Debora Serracchiani e il neosenatore Pietro Patton, lo storico Franco Cardini, Dario Vergassola e l'ex viceministro dell'Economia Stefano Fassina. Da Montecitorio Gabriele Rizzardi. In studio con Gerardo Greco ci sono Laura Pertici e Marcello Sorgi. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito

La rotta tracciata

«Ringrazio Giuseppe Bono amministratore delegato uscente di Fincantieri. Un grande manager e, insieme, un civil servant di prima qualità». Così il deputato di Leu Stefano Fassina, che annota: «Attraverso la sua guida per 20 anni, l'azienda pubblica è diventata un'eccellenza mondiale. Speriamo che la

La rotta tracciata

«Ringrazio Giuseppe Bono amministratore delegato uscente di Fincantieri. Un grande manager e, insieme, un civil servant di prima qualità». Così il deputato di Leu Stefano Fassina, che annota: «Attraverso la sua guida per 20 anni, l'azienda pubblica è diventata un'eccellenza mondiale. Speriamo che la

Senza Titolo

Flavia Amabile / ROMASono stati in cinquantamila e oltre più di 200 organizzazioni aderenti a scendere in piazza a Roma al corteo «Stop Putin, stop war», per dire basta alla guerra in Ucraina organizzato dalla Rete Pace e Disarmo. Ad aprire il corteo lo slogan e il manifesto «Cessate la guerra, Euro

Senza Titolo

Flavia Amabile / ROMASono stati in cinquantamila e oltre più di 200 organizzazioni aderenti a scendere in piazza a Roma al corteo «Stop Putin, stop war», per dire basta alla guerra in Ucraina organizzato dalla Rete Pace e Disarmo. Ad aprire il corteo lo slogan e il manifesto «Cessate la guerra, Euro

Parte la corsa ai nuovi ristori

Luca Monticelli /RomaAiuti alle imprese e cassa integrazione Covid per altre 13 settimane. Sono i piatti principali nel menu del nuovo Decreto Ristori, a cui sta lavorando il governo in vista del Consiglio dei ministri di giovedì prossimo. I sostegni ai settori più colpiti dalle chiusure invernali,

Parte la corsa ai nuovi ristori

Luca Monticelli /RomaAiuti alle imprese e cassa integrazione Covid per altre 13 settimane. Sono i piatti principali nel menu del nuovo Decreto Ristori, a cui sta lavorando il governo in vista del Consiglio dei ministri di giovedì prossimo. I sostegni ai settori più colpiti dalle chiusure invernali,

Senza Titolo

Gabriele De StefaniTrattativa con l'Ue paralizzata, la newco Ita e larga parte della maggioranza di governo ostili alle richieste di Bruxelles e gli stipendi di marzo, ancora non saldati, che potrebbero arrivare dimezzati sui conti correnti degli 11 mila lavoratori. Il dossier Alitalia è in un vicol

Senza Titolo

Gabriele De StefaniTrattativa con l'Ue paralizzata, la newco Ita e larga parte della maggioranza di governo ostili alle richieste di Bruxelles e gli stipendi di marzo, ancora non saldati, che potrebbero arrivare dimezzati sui conti correnti degli 11 mila lavoratori. Il dossier Alitalia è in un vicol

Lufthansa spegne subito l'ipotesi Alitalia

Gabriele De Stefani Luca MonticelliSi fa subito in salita la strada per il coinvolgimento di Lufthansa nel salvataggio di Alitalia. La compagnia tedesca ha le mani legate perché nel giugno scorso, nell'autorizzare il pacchetto di aiuti da 9 miliardi di euro del governo Merkel, la Commissione europea

Lufthansa spegne subito l'ipotesi Alitalia

Gabriele De Stefani Luca MonticelliSi fa subito in salita la strada per il coinvolgimento di Lufthansa nel salvataggio di Alitalia. La compagnia tedesca ha le mani legate perché nel giugno scorso, nell'autorizzare il pacchetto di aiuti da 9 miliardi di euro del governo Merkel, la Commissione europea