Metropolis/6 - Quirinale fai da te. Con Stefano Bonaccini e Vittorio Sgarbi (l'integrale)

video Velocità dei contagi in calo dopo la fiammata Omicron e record di dosi di vaccino: 4,5 milioni in 7 giorni. Ma scarseggiano i booster, 2 milioni e mezzo di italiani sono in quarantena. Le regole per uscirne risultano complicate e così c'è chi lancia - come l'Emilia Romagna - i tamponi fai da te, mentre il governo pensa a nuove regole sui contatti. Intanto in Italia il Covid ha fatto esplodere le disuguaglianze (rapporto Oxfam). Meno sette giorni al voto per il Quirinale: il centrodestra fa quadrato intorno a Berlusconi, mentre Pd e 5 Stelle non vogliono un nome così divisivo. L'ospite di Metropolis di oggi è in prima linea su tutti questi fronti: Stefano Bonaccini, presidente Pd della Regione Emilia Romagna e Grande elettore per il Colle. In studio l'ex direttrice dell'Istat Linda Laura Sabbadini e il direttore di Repubblica Maurizio Molinari. Interviene anche Vittorio Sgarbi, il critico parlamentare da giorni a caccia di voti per l'amico Silvio. Conduce: Gerardo Greco Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Metropolis/6, Molinari: "Se Salvini si fa kingmaker perdiamo stabilità dell'ultimo anno"

video "Salvini oggi rivendica a sé il diritto politico di nominare il candidato a presidente della Repubblica. C'è un omaggio a Berlusconi, resta il piano A formale, ma si aspetta un passo indietro del Cavaliere per fare le sue consultazioni e scegliere un nome di centrodestra. Siamo molto lontani dalla grande coalizione auspicata dal Pd di Enrico Letta". Il direttore di Repubblica Maurizio Molinari a Metropolis parte dalle ultime mosse del leader della Lega per disegnare il nuovo scenario politico che si apre a una settimana dal voto per il Colle. In studio con lui Linda Laura Sabbadini e Gerardo Greco. In collegamento: il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini

Metropolis/6, Molinari: "Se Salvini si fa kingmaker perdiamo stabilità dell'ultimo anno"

video "Salvini oggi rivendica a sé il diritto politico di nominare il candidato a presidente della Repubblica. C'è un omaggio a Berlusconi, resta il piano A formale, ma si aspetta un passo indietro del Cavaliere per fare le sue consultazioni e scegliere un nome di centrodestra. Siamo molto lontani dalla grande coalizione auspicata dal Pd di Enrico Letta". Il direttore di Repubblica Maurizio Molinari a Metropolis parte dalle ultime mosse del leader della Lega per disegnare il nuovo scenario politico che si apre a una settimana dal voto per il Colle. In studio con lui Linda Laura Sabbadini e Gerardo Greco. In collegamento: il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini

Scuola, le Regioni al braccio di ferro

RomaLa nuova stretta "anti-Covid" arriverà oggi, con le decisioni del consiglio dei ministri, ma difficilmente il governo farà contente le regioni. Non sulla scuola, perlomeno, nonostante le richieste dei governatori che ieri si sono riuniti nella Conferenza delle regioni e che alla fine hanno recap

Senza Titolo

Monica Serra / milanoGli occhi lucidi e un sorriso incredulo, pieno di gioia. I capelli raccolti, la barba in ordine, addosso ancora la tuta bianca e le scarpe da tennis, tipica divisa dei prigionieri in Egitto. A Mansoura, due ore di auto a Nord del Cairo, sono quasi le tre del pomeriggio (le 14 it

Senza Titolo

Monica Serra / milanoGli occhi lucidi e un sorriso incredulo, pieno di gioia. I capelli raccolti, la barba in ordine, addosso ancora la tuta bianca e le scarpe da tennis, tipica divisa dei prigionieri in Egitto. A Mansoura, due ore di auto a Nord del Cairo, sono quasi le tre del pomeriggio (le 14 it

Senza Titolo

Alessandro Di Matteo /ROMALa stretta arriverà a dicembre, il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta lo dice esplicitamente, anche se già domani o al massimo martedì Mario Draghi incontrerà le regioni che - in molti casi - chiedono di intervenire drasticamente contro i non vaccinati.

Senza Titolo

Alessandro Di Matteo /ROMALa stretta arriverà a dicembre, il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta lo dice esplicitamente, anche se già domani o al massimo martedì Mario Draghi incontrerà le regioni che - in molti casi - chiedono di intervenire drasticamente contro i non vaccinati.

Fedriga, leghista pro Vax che studia da leader

Il personaggioCarlo Bertini / RomaIl primo scarto di un mese fa era passato quasi inosservato, «nella Lega non c'è posto per i no vax!», aveva sentenziato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, figlioccio di Salvini, nato e cresciuto all'ombra del Capitano. Era bastato un su

Fedriga, leghista pro Vax che studia da leader

Il personaggioCarlo Bertini / RomaIl primo scarto di un mese fa era passato quasi inosservato, «nella Lega non c'è posto per i no vax!», aveva sentenziato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, figlioccio di Salvini, nato e cresciuto all'ombra del Capitano. Era bastato un su