Metropolis/181 - "Chi ti capisce?"/5 Elezioni. Comizi, parole e gesti: Silvio Berlusconi ai raggi X

video Maria Beatrice Alonzi, scrittrice ed esperta di comunicazione non verbale, analizza i segreti del linguaggio del corpo di Silvio Berlusconi: "Il suo non verbale è impeccabile, conosce il mezzo. Vuole parlare con tutti, nel modo più semplice". La quinta puntata della mini-serie di Metropolis "Chi ti capisce?" Immagini di Leonardo Meuti e Luca PirasMontaggio di Marzia Morrone da un'idea di Cinzia Comandè Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito

Meloni: "Dedico la vittoria alle persone che non ci sono più"

video "Questa vittoria la voglio dedicare a tutte le persone che non ci sono più e che meritavano di vedere questa nottata". Così Giorgia Meloni, commentando il risultato elettorale nella sede del comitato di Fratelli d'Italia a Roma. "Voglio ringraziare Matteo Salvini, Silvio Berlusconi, Maurizio Lupi e tutta la coalizione di centrodestra. Nessuno si è risparmiato in questa campagna elettorale".Video di Luca Pellegrini

Monza, Galliani show alla conferenza del nuovo allenatore Palladino: "Lui come Sacchi"

video Nel giorno della presentazione ufficiale del nuovo allenatore del Monza, Raffaele Palladino, Adriano Galliani ha approfittato della presenza dei giornalisti per portarli negli spogliatoi del nuovo stadio. "Sono i piu grandi in Italia" ha precisato l'amministratore delegato della squadra brianzola alle telecamere che lo hanno seguito nel breve tour nei piani interrati dell'U-Power. "La scelta che abbiamo preso - ha spiegato Galliani - il presidente Silvio Berlusconi e io, è dettata dal fatto che secondo noi Palladino ha in sé le stimmate del grande allenatore. Anche quando scegliemmo Arrigo Sacchi per il Milan, fu una scelta coraggiosa. La scelta di Palladino la paragonerei molto a quella di Sacchi". "Ci abbiamo messo 110 anni per arrivare in serie A, non possiamo impiegare 12 mesi a tornare in B, prima – ha detto durante il giro dello stadio – ci facciamo ammazzare".Di Daniele Alberti

Giorgia Meloni nel 1996: "Mussolini è stato un buon politico, il migliore degli ultimi 50 anni"

video Era il 1996. In Italia, due alleanze concorrevano alle elezioni del 21 aprile. La destra con il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, Alleanza Nazionale e il CDD. La sinistra con il partito di Romano Prodi, il PDS, il PPI e le varie sinistre (coalizione dell'Ulivo). In un servizio del telegiornale francese Soir 3 Giorgia Meloni, all'epoca 19enne, viene descritta come una militante molto attiva di Alleanza Nazionale che riprende idee neofasciste. Nell'intervista in francese, la Meloni spiega che Mussolini è stato un buon politico per l'Italia, un'idea (secondo la tv francese) condivisa dal 61% dei militanti di Alleanza Nazionale e da quella di sua madre, Anna Paratore, ex militante del partito fascista MSI e poi di Alleanza Nazionale.INA

Letta presenta il programma Pd: "Scelta di campo per la Costituzione". Lungo applauso per Mattarella

video La direzione del Partito democratico si è riunita oggi al Nazareno per definire il programma elettorale e il segretario Enrico Letta ha aperto i lavori chiedendo un applauso per il Presidente delal Republica Sergio Mattarella, in risposta alle dichiarazioni pronunciate da Silvio Berlusconi sul presidenzialismo. "E' evidente, soprattutto dopo i fatti di ieri - ha detto Letta - che il 25 settembre saremo di fronte a una scelta storica: o si sta dalla parte della difesa della nostra Costituzione o dalla parte dello stravolgimento della Costituzione".Video YouTube - Partito Democratico

Metropolis/151 - "Con-te o senza te". Dove vanno i 5stelle? E iI Pd con Calenda? Con Cassese, Conte, Gelmini (integrale)

video Trattative in corso tra il Pd, Si e Europa Verde dopo che l'intesa con Calenda ha complicato le cose a sinistra. Un elettorato al quale ora guarda con molto interesse Giuseppe Conte. Guarda con interesse ad Azione invece Silvio Berlusconi che denuncia "una manovra per ingannare i moderati". Intanto i sondaggi YouTrend danno il centrodestra avanti al 46,4% e il centrosinistra giù al 33,6. Oggi a Metropolis il presidente del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte e la ministra Maria Stella Gelmini e il giurista Sabino Cassese. In studio con Gerardo Greco, Conchita Sannino e Lorenzo De Cicco. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica 

Senza Titolo

Il draghicidio è avvenuto per mano di molti congiurati. Il protagonista non è stato soltanto il solito Giuseppe Conte, che ha avviato un'operazione politica speciale senza potersene alla fine intestare il merito. Conte ha spalancato le porte a Silvio Berlusconi e a Matteo Salvini, altrettanto colpev

Senza Titolo

Il draghicidio è avvenuto per mano di molti congiurati. Il protagonista non è stato soltanto il solito Giuseppe Conte, che ha avviato un'operazione politica speciale senza potersene alla fine intestare il merito. Conte ha spalancato le porte a Silvio Berlusconi e a Matteo Salvini, altrettanto colpev

Governo, Tajani: "Pronti a nuovo patto di governo con Draghi ma senza M5s"

video È quanto ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, uscendo da Villa Grande, la residenza romana di Silvio Berlusconi. "Il Paese ha bisogno di un governo stabile, serio e credibile per affrontare le grandi emergenze e un governo così è un governo senza il M5s", ha detto Tajani. "Noi abbiamo sempre detto che dopo Draghi non c'è un altro presidente del consiglio - ha aggiunto -. Se non c'è Draghi si va a votare".di Francesco GiovannettiSegui la diretta

Governo, il centrodestra di governo lascia Villa Grande senza rilasciare dichiarazioni

video Il primo ad andarsene è stato il ministro per lo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti. A seguire sono usciti da Villa Grande, la residenza romana di Silvio Berlusconi, i leader centristi Maurizio Lupi e Lorenzo Cesa. Infine, l'auto del segretario della Lega Matteo Salvini seguita da quella della scorta. Si è così concluso il vertice del centrodestra di governo.di Francesco GiovannettiSegui la diretta

Lega, Salvini al M5s: "No al governo con i fannulloni". Calderoli: "Ce li siamo levati dai cogl***i"

video Alla festa della Lega di Osio Sotto c'e' gran parte della dirigenza del partito nel giorno in cui il segretario Matteo Salvini e il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi hanno chiarito in una nota congiunta che "esclude la possibilità di governare ulteriormente con i 5 stelle per la loro incompetenza e la loro inaffidabilità". Tutti d'accordo con la linea del leader che insieme ai compagni di partito ha attaccato il Movimento 5 Stelle e il loro presidente Giuseppe Conte. "Al governo con i fannulloni non ci stiamo più - ha detto Salvini - per rispetto vostro, nostro e del presidente Draghi". Di Daniele Alberti

Elio Vito, da Forza Italia agli Stati generali cannabis: "Aboliamo Concordato, a destra diritti negati"

video "Queste sono mie battaglie da trent'anni, mi dispiace che non abbiamo spazio né in Forza Italia né in tutto il centrodestra". Elio Vito, deputato dimissionario di Forza Italia, arriva agli Stati generali della cannabis a Milano mostrando fieramente i suoi calzini decorati con foglie di cannabis. "Sono dei testimonial innocui delle lotte antiproibizioniste", scherza coi cronisti. Dal palco incalza la Lega, che ha già promesso le barricate sul testo in arrivo alla Camera con la possibilità di coltivare a casa fino a quattro piantine: "Dicono che se si va avanti con cannabis e Ius scholae cade il governo, che ricatto scorretto". Vito, sulle cui dimissioni l'aula di Montecitorio valuterà il prossimo 13 luglio, elogia l'iniziativa targata dem e organizzata dal consigliere Pd Daniele Nahum. Ma sul suo futuro resta più misterioso: "Continuerò con le mie battaglie, ma non so in che partito né se come parlamentare". Una cosa è certa e cioè che "nel centrodestra questi sono temi tabù" e, ha ricordato, "il Concordato ne è la ragione delle ragioni poiché usato dalla Chiesa Cattolica per influenzare la politica italiana, soprattutto a destra". Elio Vito, che ha presentato un progetto di legge costituzionale che intende abolirlo, risponde su tutto tranne che sul suo rapporto con Silvio Berlusconi. A domanda se lo avesse sentito, il radicale saluta i cronisti e si avvia verso il palco degli Stati generali. Di Andrea LattanziLeggi l'articolo

Boris Johnson, quando la gaffe diventa arma politica. Il videoblob

video Giullare, pazzoide, genio. L’ormai ex premier Boris Johnson ha costellato la sua carriera politica di gaffe, più o meno volontarie. Praticando sport, in iniziative di beneficenza, negli incontri internazionali, le gaffe sono state un tratto distintivo della sua leadership. Ma come per altri leader populisti come Donald Trump e Silvio Berlusconi, le presunte cadute di stile erano veri e propri messaggi politici. In un video racconto, le principali disavventure di BoJo.

Il volo di Salvini in Russia, Silvio Berlusconi: "Polemica senza senso, il caso non esiste"

video "Si fanno tutte queste discussioni attorno a quello che era un viaggio, teso a dare una mano alla pace", ha detto Silvio Berlusconi parlando con i giornalisti al termine del suo voto per i referendum a Milano. Sul fatto che la Russia avrebbe anticipato le spese per il viaggio a Mosca di Matteo Salvini poi saltato, Berlusconi ha aggiunto: "Non è così. L'ambasciata russa era intervenuta perché con l'Aeroflot c'erano delle somme in più da pagare e Salvini quando l'ha saputo ha restituito i soldi. Quindi è un caso che non esiste”.Di Edoardo Bianchi