Gorizia, ecco gli alloggi Ater ristrutturati in via Ascoli

video GORIZIA Sono stati inaugurati giovedì 22 settembre in via Ascoli 16, nel pieno centro storico di Gorizia, sei alloggi popolari, di cui uno destinato a persone portatrici di handicap. L’intervento, di gran qualità, è costato 935 mila euro, di cui 557.700 a carico dell’Ater stessa e 377.200 coperti da contributi. Al taglio del nastro, oltre al presidente di Ater Fabio Russiani, c’erano il governatore Massimiliano Fedriga, l’assessore regionale Graziano Pizzimenti, il sindaco Rodolfo Ziberna e l’assessore comunale Silvana Romano. Video di Pierluigi Bumbaca. L'articoloBumbaca

Alfabeto del Futuro 2022: L'innovazione siede a tavola. L'appuntamento di Udine

video Ritorna l'Alfabeto del Futuro e stavolta fa tappa a Udine: dalla Corte di Palazzo Valvason Morpurgo si discuterà di alimentazione e innovazione. Conduce Luca Ubaldeschi, responsabile dell'iniziativa Alfabeto del Futuro e direttore de Il Secolo XIX, con i direttori de La Stampa Massimo Giannini e de Il Messaggero veneto Paolo Mosanghini. Interverranno il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, il sindaco di Udine Pietro Fontanini, il direttore Generale Consorzio del prosciutto di San Daniele Mario Emilio Cichetti, Marco De Munari, Imprenditore agricolo Azienda De Munari; il direttore Coldiretti Friuli Venezia Giulia Cesare Magalini, il direttore Regionale Veneto Est e Friuli Venezia Giulia Intesa Sanpaolo Francesca Nieddu, Valentina Paulitti, proprietaria Società Agricola Paulitti, il direttore del Dipartimento di scienze AgroAlimentari, Ambientali ed Animali dell'Università degli Studi di Udine Edi Piasentier, il direttore del Consorzio per la Tutela del Formaggio Montasio Renato Romanzin, la fondatrice del Future Food Institute Sara Roversi e Laura Zoff, agricoltrice dell'Azienda Agricola Zoff.

Senza Titolo

diego d'amelioRiposerà fra le montagne della sua Belluno il direttore del Piccolo e del Messaggero Veneto Omar Monestier, salutato ieri nel Duomo di San Martino dall'abbraccio stretto della sua famiglia, degli amici, dei colleghi e di moltissime persone della comunità bellunese. Omar parte per il su

Senza Titolo

diego d'amelioRiposerà fra le montagne della sua Belluno il direttore del Piccolo e del Messaggero Veneto Omar Monestier, salutato ieri nel Duomo di San Martino dall'abbraccio stretto della sua famiglia, degli amici, dei colleghi e di moltissime persone della comunità bellunese. Omar parte per il su

La perdita

ÂŤOmar era un amico e un professionista di grande correttezza - ha detto il presidente della Regione Massimiliano Fedriga prima di entrare in chiesa - con una grande capacitĂ  di saper gestire l'informazione, tenere vicino i lettori e dialogare col territorio, interpretandolo alla perfezione. Una pe

La stima

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha partecipato ieri, seduto accanto al presidente del Fvg Massimiliano Fedriga, alle esequie di Omar Monestier, che, bellunese di nascita, nella sua carriera ha diretto anche il Mattino di Padova e poi il Corriere delle Alpi. ÂŤUn giornalista stimato in Veneto, ma

La perdita

ÂŤOmar era un amico e un professionista di grande correttezza - ha detto il presidente della Regione Massimiliano Fedriga prima di entrare in chiesa - con una grande capacitĂ  di saper gestire l'informazione, tenere vicino i lettori e dialogare col territorio, interpretandolo alla perfezione. Una pe

La stima

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha partecipato ieri, seduto accanto al presidente del Fvg Massimiliano Fedriga, alle esequie di Omar Monestier, che, bellunese di nascita, nella sua carriera ha diretto anche il Mattino di Padova e poi il Corriere delle Alpi. ÂŤUn giornalista stimato in Veneto, ma

L'ultimo saluto di amici, colleghi e parenti a Omar Monestier: "Ci ha insegnato a non fermarci mai alla superficie"

video Il Duomo di Belluno era gremito di amici, colleghi e parenti per l'ultimo saluto a Omar Monestier, direttore dei quotidiani "Il Piccolo" di Trieste, e del friulano "Messaggero Veneto", scomparso improvvisamente lo scorso 1 agosto all'età di 57 anni. “È stato un amico e ha condotto le redazioni come un capo famiglia cercando di tirar fuori le migliori qualità da ognuno di noi”, ha raccontato il collega ed amico nonché condirettore del messaggero veneto, Paolo Mosanghini, al termine della funzione. “È un vuoto grande per tutti”, ha aggiunto il responsabile delle iniziative editoriali speciali del gruppo Gedi Massimo Righi, mentre il condirettore quotidiani veneti Paolo Cagnan ha raccontato: “Una delle caratteristiche distintive di Omar era l’attenzione che dava ai collaboratori: Li trattava come protagonisti senza bistrattarli”. Tra i presenti in chiesa che sono giunti a recare l'ultimo saluto al direttore Monestier, sono arrivati anche esponenti del mondo delle istituzioni e della politica tra i quali i presidenti delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, Luca Zaia e Massimiliano Fedriga. Di Edoardo Bianchi

Fedriga: «Draghi ha reso l'Italia protagonista»

Marco BallicoComplicato, nel suo ruolo, raccontare e spiegare le tensioni interne alla Lega, il partito che ha dato anche la sua spinta a mandare a casa il governo Draghi, tra i mal di pancia di chi il voto, a centrodestra, non lo voleva, non così presto. Dopo un giorno di silenzio, pur senza espors

Senza Titolo

Diego D'AmelioLa trattativa sul futuro dello stabilimento Wärtsilä di Trieste fa un salto di livello. Dopo il confronto tra il presidente Massimiliano Fedriga e i vertici italiani della multinazionale, scende in campo il governo, seppur indebolito dall'esito della crisi. Il ministro dello Sviluppo e

Fedriga: «Draghi ha reso l'Italia protagonista»

Marco BallicoComplicato, nel suo ruolo, raccontare e spiegare le tensioni interne alla Lega, il partito che ha dato anche la sua spinta a mandare a casa il governo Draghi, tra i mal di pancia di chi il voto, a centrodestra, non lo voleva, non così presto. Dopo un giorno di silenzio, pur senza espors

Senza Titolo

Diego D'AmelioLa trattativa sul futuro dello stabilimento Wärtsilä di Trieste fa un salto di livello. Dopo il confronto tra il presidente Massimiliano Fedriga e i vertici italiani della multinazionale, scende in campo il governo, seppur indebolito dall'esito della crisi. Il ministro dello Sviluppo e