L’Unità, stop alle pubblicazioni da agosto

«Fine della corsa. Dopo tre mesi di lotta, ci sono riusciti: hanno ucciso l’Unità». Così il comitato di redazione (sindacato dei giornalisti) dell’Unità annuncia la sospensione delle pubblicazioni, spiegando che «gli azionisti non hanno trovato l’intesa su diverse ipotesi che avrebbero com

Sì della Camera, Galan è già in carcere

di Maria Rosa Tomasello wROMA Per la settima volta nella sua storia, la Camera apre le porte del carcere a uno dei suoi deputati. L’ultima entra negli annali di Montecitorio con la data di ieri. Giancarlo Galan, parlamentare di Forza Italia, ex ministro, ex governatore del Veneto, sotto ac

Sì della Camera, Galan è già in carcere

di Maria Rosa Tomasello wROMA Per la settima volta nella sua storia, la Camera apre le porte del carcere a uno dei suoi deputati. L’ultima entra negli annali di Montecitorio con la data di ieri. Giancarlo Galan, parlamentare di Forza Italia, ex ministro, ex governatore del Veneto, sotto ac

Emilia Romagna, spunta l’ipotesi Delrio

di Maria Rosa Tomasello wROMA Il giorno dopo l’annuncio delle dimissioni di Vasco Errani, il Pd è in fibrillazione. I nodi da sciogliere, dopo l’addio improvviso del presidente dell’Emilia Romagna, condannato in secondo grado a un anno per falso ideologico nella vicenda “Terremerse”, sono

Errani condannato «Sono innocente però mi dimetto»

di Maria Rosa Tomasello wROMA Dalla sentenza alla decisione di lasciare l’incarico non passa un’ora. Dopo oltre 15 anni alla presidenza della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani si dimette rivendicando la propria «onestà», spinto all’addio dalla condanna a un anno per falso ideologico nel

«Condannare l’ex segretaria di Bersani»

Avrebbe percepito dalla Regione Emilia-Romagna, dal 2008 al 2010, 140mila euro di stipendio per svolgere a Roma l’incarico di raccordo con il Parlamento, ma secondo l’accusa lavorava solo per l’allora segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. Per questo motivo il pm di Bologna, Giuseppe Di Gi

«Condannare l’ex segretaria di Bersani»

Avrebbe percepito dalla Regione Emilia-Romagna, dal 2008 al 2010, 140mila euro di stipendio per svolgere a Roma l’incarico di raccordo con il Parlamento, ma secondo l’accusa lavorava solo per l’allora segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. Per questo motivo il pm di Bologna, Giuseppe Di Gi

La vittoria del Pd negli ultimi 15 giorni

di Annalisa D’Aprile wROMA L’astensionismo in crescita, l’infedeltà degli elettori, e il mondo delle partite Iva e degli imprenditori che abbandona Berlusconi e Grillo per votare il Pd, o meglio il premier Matteo Renzi. A cinque giorni dal voto delle europee l’Istituto Demopolis identifica

Renzi fa la voce grossa con Bruxelles

di Gabriele Rizzardi wROMA «Smaltita la vertigine del 40,8%, oggi ci rimettiamo in cammino per riuscire a dare un messaggio forte di cambiamento all’Italia e all’Europa». Matteo Renzi apre i lavori della direzione del Pd dopo il trionfo di domenica scorsa e subito mette in chiaro che le ri

Berlusconi: «Addolorato ma non temo per il voto»

di Gabriele Rizzardi wROMA «Non so per quali motivi sia stato arrestato, me ne spiaccio e ne sono addolorato. Ma non ci saranno ripercussioni sul voto». Silvio Berlusconi viene informato dell’arresto di Claudio Scajola mentre risponde in diretta da palazzo Grazioli alle domande di Radio Ca

Nasce la nuova minoranza del Pd

ROMA «Non siamo un partito caserma, no al pensiero unico. Ma dopo esserci confrontati alla fine si decide e si va avanti». Nel Pd nasce il “correntone” di minoranza Area riformista: leale al governo e al segretario-premier Matteo Renzi, ma in autonomia. Ed è Roberto Speranza a fare la sint

Senatori scelti dai consigli regionali

di Gabriele Rizzardi wROMA Matteo Renzi evita il muro contro muro, apre alle richieste di Berlusconi e convoca un vertice a Palazzo Chigi con Maria Elena Boschi, Luigi Zanda e Anna Finocchiaro per arrivare ad uno schema di accordo sulla riforma del Senato. La riunione, che comincia poco do

Nasce la nuova minoranza del Pd

ROMA «Non siamo un partito caserma, no al pensiero unico. Ma dopo esserci confrontati alla fine si decide e si va avanti». Nel Pd nasce il “correntone” di minoranza Area riformista: leale al governo e al segretario-premier Matteo Renzi, ma in autonomia. Ed è Roberto Speranza a fare la sint