Prescrizione, Rosato: "Se c'è emendamento nel milleproroghe, sfiducia a Bonafede"

video "Conte dice se ne vadano? Di fronte a simile capacità di mediazione del premier, che dire? Che ci caccino loro o che ce ne andiamo noi, il risultato è uguale, è solo una questione semantica. La conclusione sembra essere questa, ovvero che il problema è che Italia viva se ne deve andare. Allora basta presentare l’emendamento al milleproroghe e otterranno il risultato. Noi a quel punto presentiamo la mozione di sfiducia a un Ministro che preferisce una provocazione a una discussione di merito". Ettore Rosato, presidente di Italia Viva, intervistato in Circo Massimo su Radio Capital, spiega così la posizione del partito di Matteo Renzi nel duello con il resto della maggioranza sulla questione prescrizione. "Noi siamo andati a mediare e abbiamo fatto un passo indietro rispetto alla richiesta di cancellare la riforma Bonafede – aggiunge Rosato – se il resto della maggioranza non vuole votare il nostro emendamento allora si tengano la prescrizione così, ma noi combatteremo perché questo non accada e non forzeremo la mano".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Prescrizione, Boschi: "Difficile che si arrivi a un punto d'incontro, non può essere il Conte bis"

video "Noi speriamo che la notte porti consiglio però obiettivamente ormai domani o dopodomani massimo in commissione arriverà a un voto. Noi abbiamo l’emendamento Annibali e ci sembra un buon punto di mediazione. Lasciamo aperta la possibilità che si possa trovare un punto di incontro ma mi sembra ormai difficile. Certo non può essere il Conte bis per noi". Così Maria Elena Boschi lasciando la riunione dei gruppi di Camera e Senato di Italia Viva. "Abbiamo scelto la linea giusta e la portiamo avanti" dice Ettore Rosato. "La mediazione non può essere un baratto tra diritti dei cittadini e composizione del governo" aggiunge la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova.di Cristina Pantaleoni

Viale in Porto vecchio dedicato agli infoibati

Lilli Goriuptrieste. Il viale principale all'interno del Porto vecchio di Trieste sarà dedicata ai martiri delle foibe e agli esuli istriani, fiumani e dalmati. Lo ha annunciato ieri il sindaco, Roberto Dipiazza, al termine del suo discorso ufficiale per il Giorno del Ricordo. A margine ha poi preci

Viale in Porto vecchio dedicato agli infoibati

Lilli Goriuptrieste. Il viale principale all'interno del Porto vecchio di Trieste sarà dedicata ai martiri delle foibe e agli esuli istriani, fiumani e dalmati. Lo ha annunciato ieri il sindaco, Roberto Dipiazza, al termine del suo discorso ufficiale per il Giorno del Ricordo. A margine ha poi preci

Roma, Italia Viva inaugura sede a via Cappellari: fu sezione storica del Pci e poi del Pd

video Matteo Renzi accanto alle immagini di Aldo Moro ed Enrico Berlinguer. Si presenta cosi la sede di Italia Viva in via dei Cappellari, nel centro storico di Roma, inaugurata oggi pomeriggio da Teresa Bellova, Ettore Rosato e Luciano Nobili. È la storica sezione prima del Pci, poi di Ds, Pds e Pd fino allo sfratto da via dei Giubbonari, sempre nel centro storico, avvenuto nel 2016. Nella sede anche immagini della Leopolda e la farfalla gialla evocata dalla senatrice a vita Liliana Segre nel suo discorso sulla Shoah all'Europarlamento. "Nessuno sfratto, l'80% degli iscritti a questo circolo sono passati a Italia Viva, ci sembra logico" commenta Nobilidi Cristina Pantaleoni

Prescrizione, Italia Viva: "Saremo coerenti fino alla fine"

video "Il ministro Bonafede sta lavorando tanto e quando decideremo cosa fare lo saprà sicuramente. Non abbiamo voglia di litigare con nessuno ma la sintesi spetta al presidente del Consiglio Giuseppe Conte", così Ettore Rosato arrivando all'apertura del circolo di Italia Viva di via dei Cappellari. "Il nostro obiettivo - insiste Teresa Bellanova, capodelegazione Italia Viva - non è far cadere il governo ma risolvere i problemi."di Cristina Pantaleoni

Prescrizione, i giudici contro Bonafede

Alessandro Di Matteoroma. Adesso il pressing sul ministro Alfonso Bonafede inizia ad essere asfissiante, la riforma della prescrizione voluta fortemente dal Guardasigilli appena entrata in vigore non piace nemmeno al primo presidente di Cassazione Giovanni Mammone e la settimana prossima toccherà a

Prescrizione, i giudici contro Bonafede

Alessandro Di Matteoroma. Adesso il pressing sul ministro Alfonso Bonafede inizia ad essere asfissiante, la riforma della prescrizione voluta fortemente dal Guardasigilli appena entrata in vigore non piace nemmeno al primo presidente di Cassazione Giovanni Mammone e la settimana prossima toccherà a

verso il proporzionale ma che sia quello vero

Dunque la Corte costituzionale ha stoppato il referendum proposto dalla Lega per imprimere all'attuale legge elettorale un'impronta radicalmente maggioritaria e quindi - anche se non vi sono certezze - il ritorno a un sistema di voto di tipo proporzionale sembra guadagnare terreno, con ovvia soddisf