Senza Titolo

romaIl giorno successivo alla chiusura dello spoglio dei voti, nei capannelli di deputati del Movimento che si formano alla Camera, si fa la conta dei danni. Qualcuno la chiama «conta dei morti», perché in effetti nelle poche città in cui si sono presentati i Cinque stelle si fa fatica a trovare un

Direzione Pd, Enrico Letta: "Avanti con alleanze, autosufficienza è sintomo di debolezza"

video "Questa esperienza di governo e quello che sta succedendo sulla vicenda dei diritti conferma la nostra alternatività alle destre. Ma sono convinto che la autosufficienza non sia sintomo di forza, bensì di debolezza", così il segretario del PD Enrico Letta nel corso della sua relazione alla direzione del Partito. "Bisogna continuare a lavorare le alleanze - ha aggiunto - E penso che bisogna tentare tutto il possibile per cambiare la legge elettorale. Non perché intendiamo cambiare le alleanze".A cura di Luca PellegriniYoutube / Partito Democratico

il governo draghi fra l'america e i 5stelle

La politica estera come continuazione della politica interna con altri mezzi. Per parafrasare (indegnamente) von Clausewitz, anche le questioni internazionali finiscono spesso per alimentare il "tritacarne" della politica nostrana, che si è rituffata nella logica della campagna elettorale permanente

il governo draghi fra l'america e i 5stelle

La politica estera come continuazione della politica interna con altri mezzi. Per parafrasare (indegnamente) von Clausewitz, anche le questioni internazionali finiscono spesso per alimentare il "tritacarne" della politica nostrana, che si è rituffata nella logica della campagna elettorale permanente

Se Parigi non ferma l'ondata populista

È difficile che domani sera Marine Le Pen ascenda al trono dell'Eliseo. Così almeno dicono i sondaggi e la logica stessa della politica (che pure si nutre di paradossi e sorprese...). E però sono bastate le presidenziali francesi per ricordarci che il populismo è duro a morire. Durante la pandemia c

Metropolis/75 - Ucraina, ci eravamo tanto armati. Con Enrico Letta e Ezio Mauro (intergrale)

video Scaduto l'ultimatum russo a Mariupol, gli ucraini non si arrendono. Mosca testa un nuovo missile intercontinentale. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel a Kiev. E il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dice: "Mosca non è pronta a un accordo di pace". Oggi a Metropolis il segretario del Pd Enrico Letta e Ezio Mauro. In collegamento con l'Ucraina Francesco Semprini. Con i sentieri di guerra in video di Gianluca Di Feo. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica Segui in diretta gli aggiornamenti dall'Ucraina

Senza Titolo

Carlo Bertini / RomaDopo l'annuncio di un accordo per la fornitura di gas con l'Egitto, Enrico Letta la mette giù senza mezzi termini: «Mi lascia moltissimi dubbi. La vicenda Regeni è un simbolo della necessità di difendere i diritti umani e di fare giustizia. Quindi è netta la nostra richiesta al g

Senza Titolo

Carlo Bertini / RomaDopo l'annuncio di un accordo per la fornitura di gas con l'Egitto, Enrico Letta la mette giù senza mezzi termini: «Mi lascia moltissimi dubbi. La vicenda Regeni è un simbolo della necessità di difendere i diritti umani e di fare giustizia. Quindi è netta la nostra richiesta al g

Letta: "Putin minaccia libertà e democrazia", Meloni: "Ma non si escluda chi ha opinioni distoniche"

video Confronto tra Enrico Letta e Giorgia Meloni a un convegno in Senato organizzato dalla fondazione 'FareFuturo' sul tema di libertà e democrazia. Sul tavolo anche la guerra in Ucraina. "La minaccia alla libertà oggi è una minaccia mortale - ha sottolineato il segretario PD - L'invasione russa dell'Ucraina è un attacco alla libertà e alla democrazia. Sono convinto che l'origine della scelta criminale fatta da Putin fosse il pericolo di contagio di libertà in Russia". "Sono d'accordo - ha replicato la presidente di Fratelli d'Italia - Noi abbiamo preso una posizione chiarissima sul conflitto tra Ucraina e Russia. Non ci sono dubbi su quali siano la nostra collocazione e i nostri alleati, ma non ritengo normale che chiunque, anche sul conflitto in atto, abbia una posizione distonica, debba essere espunto dal dibattito. Vale il libero arbitrio". di Luca PellegriniSegui gli aggiornamenti dall'Ucraina Iscriviti alla newsletter quotidianaVideo Webtv Senato