Molestie alpini, l'assessora alle pari opportunità del Veneto: "Se uno mi fischia dietro son contenta"

video Polemiche sui social per le dichiarazioni di Elena Donazzan (Fratelli d'Italia), assessora per le pari opportunità della regione Veneto. Parlando a Tva Vicenza del caso delle molestie al raduno degli alpini di Rimini, ha detto: "Chi getta fango sugli alpini dovrebbe vergognarsi. Ci sono state denunce? Vediamo chi si è macchiato di questo, sono quasi certa che non si tratta degli alpini. E poi perdonatemi", ha concluso l'assessora, "se uno mi fa un sorriso e mi fischia dietro io sono pure contenta".video TVA

Senza Titolo

il focusE se Dalì fosse nato donna? Avrebbe avuto le stesse opportunità per dimostrare il suo genio, oppure la sua creatività sarebbe andata persa? Su questa provocatoria domanda si basa la campagna di sensibilizzazione "Pillole di parità", lanciata ieri mattina nel Palazzo della giunta regionale: p

Fase 3, nelle scuole professionali venete 7.000 alunni tornano in classe: "Qui modello per la ripresa di settembre"

video "Abbiamo voluto fare una prova generale, dando dimostrazione che a settembre si potrà tornare fra i banchi di scuola in una condizione di quasi assoluta normalità". Così don Alberto Poles, salesiano, direttore del Centro Formazione Professionale San Zeno di Verona e presidente di Forma Veneto, interpreta la decisione della giunta Zaia di offrire la possibilità a circa 7.000 alunni di rientrare in classe per prepararsi agli esami di qualifica e di diploma. In Veneto, sono attualmente 20.000 gli studenti (il 10% del totale) che finite le medie hanno optato per questi tipi di istituti che sono cofinanziati da Regione e Fondo Sociale Europeo ed estremamente connessi alle imprese del territorio (vi sono due esami, uno in terza e uno in quarta per accedere a un ulteriore anno di specializzazione). La riapertura, fortemente voluta dall'assessore all'Istruzione Elena Donazzan, è stata resa possibile grazie alla stesura di linee guida regionali valide per tutti questi istituti, oltreché alla competenza regionale in materia di formazione. "L'ingresso a scuola è contingentato e - racconta la responsabile del plesso Enaip di Vicenza Samanta Primadei - agli alunni viene misurata la temperatura al loro arrivo e fornito subito del gel per le mani. Entrata e uscita seguono due percorsi differenti". Nella scuola, normalmente frequentata da 300 studenti, scesi a un centinaio per le riaperture di giugno, sono cambiate le modalità della ricreazione: i ragazzi restano in pausa al proprio banco e, qualora necessitino di uscire, lo devono fare uno per volta. Nelle aule e nei corridoi vige l'obbligo di indossare la mascherina, che però in vista di settembre e della riapertura delle scuole statali il Veneto sta cercando di rimuovere. "La cosa più facile di tutte è stata chiudere le scuole ma con questa riapertura - dice l'assessore Donazzan chiedendo una maggiore autonomia per l'istruzione - speriamo che lo stato centrale tenga conto di questo riferimento".di Andrea Lattanzi

Senza Titolo

Piercarlo FiumanòTRIESTE. Stato di agitazione in tutti gli stabilimenti del gruppo Safilo, blocco immediato degli straordinari e di qualsiasi altra flessibilità oraria e sciopero generale indetto per venerdì 13 dicembre. Immediata la risposta dei sindacati (le sigleFilctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec

Senza Titolo

Piercarlo FiumanòTRIESTE. Stato di agitazione in tutti gli stabilimenti del gruppo Safilo, blocco immediato degli straordinari e di qualsiasi altra flessibilità oraria e sciopero generale indetto per venerdì 13 dicembre. Immediata la risposta dei sindacati (le sigleFilctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec

Bragagnolo: Pasta Zara continua a produrre

article TRIESTE «Ci sarà continuità produttiva, e gli stipendi torneranno regolari da maggio». Il presidente di Pasta Zara, Furio Bragagnolo, e l’amministratore delegato Angelo Rodolfi hanno tranquillizzato sindacati e rappresentanza sindacale interna (rsu) nell’incontro di ieri mattina nello stabilime...

di Federico Cipolla

La legge sull’edilizia passa all’unanimità

TRIESTE Il disegno di legge 53 “Misure di semplificazione in materia urbanistico-edilizia” è stato approvato ieri all’unanimità dal Consiglio regionale. Il presidente della IV commissione Vittorino Boem ha commentato così l'esito della giornata: «Il voto all’unanimità del ddl 53 è il segno

Caos nei cieli per gli scioperi in Francia

MILANO Giornata di disagi per chi vola in Europa, con ritardi e voli annullati a causa dello sciopero dei controllori di volo della Francia e solo in parte del Belgio. Centinaia di passeggeri sono rimasti bloccati ieri nello scalo parigino di Orly, a causa del secondo giorno consecutivo di