Si cappotta in viale Miramare

La Corte di assise (presidente il giudice Giorgio Nicoli, a latere Francesco Antoni) ha fissato per il primo luglio l'udienza del processo a carico di Vincenzo Campanile, l'ex anestesista del 118 accusato di nove omicidi volontari: pazienti anziani, in gravi condizioni, a cui il medico aveva inietta

I corpi riesumati

L'indagine è dei pm Cristina Bacer (nella foto) e Chiara De Grassi. Per risalire alle tracce del Propofol erano state riesumate le salme dei pazienti che sarebbero morti a causa delle iniezioni. Erano anziani affetti da patologie o colte da malore, soccorse dal 118 perchÊ accusavano complicazioni.

Processo Campanile: a marzo parla la difesa

Ennesima udienza in Tribunale, ieri mattina, per il processo che vede imputato l'ex medico del 118 Vincenzo Campanile. L'anestesista è accusato di pluriomicidio: secondo le indagini della Procura avrebbe ucciso nove anziani tra novembre del 2014 e gennaio del 2018 con iniezioni di Propofol, un poten

Processo Campanile a marzo parla la difesa

Ennesima udienza in Tribunale, ieri mattina, per il processo che vede imputato l'ex medico del 118 Vincenzo Campanile. L'anestesista è accusato di pluriomicidio: secondo le indagini della Procura avrebbe ucciso nove anziani tra novembre del 2014 e gennaio del 2018 con iniezioni di Propofol, un pote

Processo Campanile: a marzo parla la difesa

article Ennesima udienza in Tribunale, ieri mattina, per il processo che vede imputato l’ex medico del 118 Vincenzo Campanile. L’anestesista è accusato di pluriomicidio: secondo le indagini della Procura avrebbe ucciso nove anziani tra novembre del 2014 e gennaio del 2018 con iniezioni di Propofol, un po...

G.S.

Processo Campanile a marzo parla la difesa

article Ennesima udienza in Tribunale, ieri mattina, per il processo che vede imputato l’ex medico del 118 Vincenzo Campanile. L’anestesista è accusato di pluriomicidio: secondo le indagini della Procura avrebbe ucciso nove anziani tra novembre del 2014 e gennaio del 2018 con iniezioni di Propofol, un po...

Senza Titolo

Gianpaolo SartiLa Procura di Trieste ha aperto un'indagine sulla tentata rapina a mano armata che ha coinvolto l'imprenditore triestino Fabio Baldè. Lo conferma il procuratore capo Antonio De Nicolo. Il fascicolo è affidato al pubblico ministero Cristina Bacer. L'episodio, di cui si è avuta notizia