Morto in fabbrica, aperta un'inchiesta

Anna RossoCosa stava facendo esattamente Lorenzo Parelli quando è stato travolto dalla trave d'acciaio? Chi c'era con lui nel capannone? Qualcuno lo stava aiutando nello svolgimento dei compiti che gli erano stati assegnati? Da che altezza è caduta la putrella? E chi aveva definito le procedure da s

Morto in fabbrica, aperta un'inchiesta

Anna RossoCosa stava facendo esattamente Lorenzo Parelli quando è stato travolto dalla trave d'acciaio? Chi c'era con lui nel capannone? Qualcuno lo stava aiutando nello svolgimento dei compiti che gli erano stati assegnati? Da che altezza è caduta la putrella? E chi aveva definito le procedure da s

Senza Titolo

L'autopsia, eseguita ieri pomeriggio dal medico legale dottor Fulvio Costantinides (nominato dalla Procura) alla presenza del medico legale professor Carlo Moreschi (consulente di parte nominato da Sergio Resinovich, fratello di Liliana), lascia aperti molti interrogativi. A partire delle circostanz

Senza Titolo

gianpaolo sartiL'unica cosa certa sul giallo di San Giovanni è che il cadavere trovato mercoledì scorso nella zona boschiva dell'ex Ospedale psichiatrico è di Liliana Resinovich, la donna scomparsa il 14 dicembre. Il corpo è stato riconosciuto ieri mattina in Questura dal fratello, dalla cugina e da

Senza Titolo

L'autopsia, eseguita ieri pomeriggio dal medico legale dottor Fulvio Costantinides (nominato dalla Procura) alla presenza del medico legale professor Carlo Moreschi (consulente di parte nominato da Sergio Resinovich, fratello di Liliana), lascia aperti molti interrogativi. A partire delle circostanz

Senza Titolo

gianpaolo sartiL'unica cosa certa sul giallo di San Giovanni è che il cadavere trovato mercoledì scorso nella zona boschiva dell'ex Ospedale psichiatrico è di Liliana Resinovich, la donna scomparsa il 14 dicembre. Il corpo è stato riconosciuto ieri mattina in Questura dal fratello, dalla cugina e da

Senza Titolo

Laura Pigani /Aquileia«Quella mattina mia moglie mi ha chiamato e mi ha chiesto di misurare tre pigiami nuovi. Quando le ho chiesto il motivo, lei mi ha risposto che "servono perché ti portiamo via, ti ricoveriamo perché sei matto". Poi non ricordo niente altro». Livio Duca, 67 anni, accusato di ave