Il lapsus di Boris Johnson, scambia Putin con Zelensky: "La sua leadership è fonte di ispirazione"

video "E poi grazie anche alla leadership così ispiratrice di Vladimir Putin... cioè, voglio dire, di Volodymyr Zelensky ovviamente". L'ex primo ministro britannico Boris Johnson ha confuso il presidente dell'Ucraina con quello della Russia durante una seduta alla Camera dei Comuni. Johnson si è immediatamente corretto, suscitando l'ilarità dei presenti in aula.Video Twitter - Richard Wheeler

Gb, Boris Johnson lascia Downing Street: "Fiero di quanto fatto, fervente sostegno a Liz Truss"

video Boris Johnson si è congedato da Downing Street prima di recarsi a Balmoral in Scozia per "passare il testimone" a Liz Truss, come ha detto. Dinanzi a familiari e sostenitori, ha ribadito di essere fiero di quanto fatto nei suoi 3 anni di governo, enfatizzando il sostegno militare dato a Kiev contro la Russia e che a suo dire potrebbe aiutare l'Ucraina a rovesciare le sorti "della peggiore guerra in Europa in 40 anni", ma anche il calo della disoccupazione. Quanto alla crisi economica attuale, ne ha imputato parte della responsabilità a Vladimir Putin che comunque non riuscirà mai a "bullizzare" il Regno e il suo popolo. "Lasciatemi dire che sono come uno diquei razzi che hanno esaurito la loro funzione e ora rientrerò dolcemente nell'atmosfera cadendo in modo invisibile in qualche angolo remoto e oscuro del Pacifico. Appoggerò Liz Truss e il nuovo governoin ogni passo che farà", ha detto Johnson.Video Reuters

Londra, “Ti svegli e ti ritrovi Boris Johnson in faccia”.E' virale il video con il premier inglese che partecipa a un'irruzione di polizia

video “Ti svegli e ti ritrovai Boris Johnson in faccia”. E’ quanto scrive il rapper hip-hop "Splinter Sales" che ha filmato il momento in cui il primo ministro circondato da agenti di polizia faceva irruzione in casa sua a Londra per un’operazione antidroga. “Dato che avevo bevuto, pensavo di stare sognando” scrive ancora Sprinter Sales che riprendeva tutto. La partecipazione di Johnson al raid è stato uno dei suoi tanti impegni nei suoi ultimi giorni come primo ministro, prima dell’abbandono definito previsto per il 5 settembre.Video Tik Tok

Boris Johnson, il curioso saluto al suo addio in parlamento: "Hasta la vista baby"

video "Abbiamo aiutato, ho aiutato a far superare a questo Paese una pandemia e ho aiutato a salvare un altro Paese dalla barbarie. E francamente questo è sufficiente per andare avanti. Missione ampiamente compiuta. Per ora, voglio ringraziarla signor Presidente, voglio ringraziare tutto il meraviglioso staff della Camera dei Comuni, voglio ringraziare tutti i miei amici e colleghi, voglio ringraziare l'onorevole e amico di fronte, voglio dire grazie a tutti quanti, e... hasta la vista, baby! Grazie". Queste le parole del primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, durante il suo ultimo question time in parlamento.Video Ansa

"Boris Johnson aiuto", il foreign fighter britannico John Harding preso dai filo-russi chiede di salvarlo dalla pena di morte

video Il cittadino britannico John Harding, tenuto prigioniero dai separatisti filo-russi nell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk nell'Ucraina orientale, è apparso in un video in cui chiede aiuto al premier uscente Boris Johnson. Spiegando che gli è stato comunicato che potrebbe essere condannato a morte, Harding è stato catturato mentre combatteva al fianco del reggimento Azov a Mariupol. Insieme ad Harding, sono finiti nelle mani dei filo-russi anche altri due cittadini britannici: Aiden Aslin e Shaun Pinner(catturati dopo la presa dell'Azvostal di Mariupol da parte dei russi e condannati a morte). Gli amici e la famiglia di Harding hanno confermato alla Bbc che era lui nel video. Combatteva nella regione del Donbass, nell'Ucraina orientale dal 2018 Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla NewsletterSegui i Sentieri Di Guerra di Gianluca Di Feo Twitter

Boris Johnson, quando la gaffe diventa arma politica. Il videoblob

video Giullare, pazzoide, genio. L’ormai ex premier Boris Johnson ha costellato la sua carriera politica di gaffe, più o meno volontarie. Praticando sport, in iniziative di beneficenza, negli incontri internazionali, le gaffe sono state un tratto distintivo della sua leadership. Ma come per altri leader populisti come Donald Trump e Silvio Berlusconi, le presunte cadute di stile erano veri e propri messaggi politici. In un video racconto, le principali disavventure di BoJo.

Londra, proteste contro Boris Johnson: manifestanti chiedono le dimissioni. E spunta anche il sosia del premier

video Manifestanti fuori dalla residenza del primo ministro britannico Boris Johnson, a Londra, chiedono le dimissioni del premier dopo la raffica di dimissioni nel governo in seguito allo scandalo che ha travolto Chris Pincher, ex vice coordinatore dei deputati conservatori, accusato di molestie sessuali. Prima che i manifestanti si riunissero al 10 di Downing Street, Johnson ha respinto la richiesta di dimettersi durante una burrascosa sessione della Camera dei Comuni. E tra toro è spuntato anche il sosia del premier britannico.Video LaPresse

Metropolis/130 - "I Conte tornano?" L'ex premier 5s da Draghi, la fiducia sul dl aiuti. Con Baldino, Delrio e Ronzulli (integrale)

video "Resto ma serve discontinuità": Giuseppe Conte tiene i 5stelle nel governo ma reclama più ascolto sul reddito di cittadinanza e il superbonus. Fiducia sul dl aiuti da 23 miliardi, termovalorizzatore compreso. Boris Johnson al capolinea, i conservatori assicurano: "Lo cacceremo". Oggi a Metropolis Vittoria Baldino (deputata M5s), Graziano Delrio (ex ministro nei governi Letta, Renzi e Gentiloni oggi deputato Pd) e Licia Ronzulli (Forza Italia). Sulla nuova emergenza Covid l'infettivologo Matteo Bassetti. In collegamento da Monteciorio Gabriele Rizzardi. Con Antonio Monda, Luca Pagni e Francesca Schianchi. In studio, Gerardo Greco. Metropolis è in streaming alle 18 dal lunedì al venerdì sulle piattaforme Gedi e on demand in video e in podcast sul sito di Repubblica

Boris Johnson si scusa: "Un errore la nomina di Pincher"

video "Penso che sia stato un errore e me ne scuso. Col senno di poi era la cosa sbagliata da fare". Così il premier britannico Boris Johnson rispondendo a una domanda in merito alla nomina dell'ormai ex viceministro Chris Pincher, accusato di molestie sessuali per aver palpeggiato due uomini in un club privato. Le scuse del premier arrivano a ridosso delle doppie dimissioni che hanno colpito il suo governo dopo l'addio del Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak e il ministro della Salute Sajid Javid. Johnson aveva già subìto pressioni per spiegare ciò che sapeva sulle precedenti accuse contro Pincher: pochi minuti prima dell'annuncio delle dimissioni di Javid e Sunak, Johnson ha dichiarato che Pincher avrebbe dovuto essere licenziato dal governo a causa di un precedente del 2019.Video LaPresse

Il saluto di Erdogan coglie di sorpresa Boris Johnson: la curiosa reazione del premier britannico

video Buffo siparietto a Madrid tra il premier turco e il primo ministro britannico in occasione del vertice Nato. Una semplice pacca sulla spalla da parte di Recep Tayyip Erdogan ha colto di sorpresa Boris Johnson che istintivamente ha subito scansato la mano del presidente turco. Una reazione inaspettata da parte del premier britannico che in quel momento era impegnato a scrivere seduto nella sua postazione. Dopo qualche istante di imbarazzo, Johnson ha stretto la mano del collega. L'ARTICOLO La Nato guarda anche al Mediterraneo: “Impegno su sicurezza ed energia”Segui gli aggiornamenti sull'UcrainaIscriviti alla Newsletter  video Twitter

Putin: "Leader G7 a torso nudo? Che si spoglino sopra la vita o sotto, sarebbe comunque disgustoso"

video Vladimir Putin risponde in puro stile machista ai leader dei Paesi del G7 quando, in occasione del vertice di Elmau, in Baviera, mentre si toglievano le giacche in attesa della cena, Boris Johnson e Justin Trudeau si sono lasciati andar qualche battuta "Mettiamoci a torso nudo anche noi" hanno detto tra l'ilarità generale, alludendo alla posa senza maglietta che notoriamente il Presidente russo ama sfoggiare durante battute di pesca o caccia. "Non so come i leader del g7 vogliano spogliarsi - ha detto replicato Putin a Ashgabat, dove si è recato per il vertice dei Paesi del Caspio - se a torso nudo fino alla vita o anche sotto la vita, ma penso che sarebbe in ogni caso uno spettacolo disgustoso". Putin ha insistito, parlando con i giornalisti col ghigno sferzante e facendo allusioni sessuali machiste: "Contrariamente a me, i capi di Stato e di governo dei sette Paesi non fanno sport, abusano di alcol e hanno pessime abitudini, ha aggiunto.Video Reuters

Boris Johnson a Kiev, seconda visita in Ucraina: Zelensky accoglie il premier britannico

video Il primo ministro britannico Boris Johnson è tornato a Kiev per incontrare Volodymyr Zelensky. La visita di Johnson è documentata dal video pubblicato sui social dallo stesso presidente ucraino. "I molti giorni di questa guerra hanno dimostrato che il sostegno della Gran Bretagna all'Ucraina è fermo e risoluto. Sono felice di rivedere a Kiev il grande amico del nostro Paese, Boris Johnson", ha detto Zelensky.Video Facebook

Boris Johnson: "Il risultato del voto è convincente, il governo va avanti"

video "Penso che sia un risultato estremamente buono, positivo, convincente e decisivo, che ci consente di andare avanti, di unirci e di concentrarci sulle cose che contano davvero. Ed è esattamente quello che faremo. Ho molti più parlamentari che mi supportano ora, rispetto a quanto non facessero nel 2019. Ne sono felice. Faremo un passo avanti, abbiamo un programma enorme e lo attueremo. Quello che dobbiamo fare ora è riunirci come governo, come partito". Così il primo ministro britannico Boris Johnson sull'esito del voto di sfiducia, al quale è "sopravvissuto" ma perdendo il 40% dei consensi. Johnson commenta il risultato del voto di sfiducia dei parlamentari conservatori nei confronti della sua leadership come "convincente" e "decisivo", nonostante una significativa e sostanziale ribellione da parte di oltre il 40 per cento del suo partito. L'ARTICOLO Boris Johnson si salva dal voto di sfiducia. Ma la sua maggioranza è ridotta all’ossoVideo Ansa

Giubileo della Regina, il premier Boris Johnson fischiato al suo arrivo nella cattedrale di St. Paul

video Il premier britannico Boris Johnson è stato fischiato al suo arrivo alla St Paul's Cathedral, insieme alla moglie Carrie, per la messa di ringraziamento per il giubileo di platino della Regina Elisabetta. Johnson - tuttora minacciato dai contraccolpi dello scandalo Partygate sui ritrovi organizzati fra il 2020 e il 2021 a Downing Street in violazione delle restrizioni Covid allora in vigore per milioni di britannici - è arrivato con la first lady Carrie (come lui multata per un evento del Partygate) ed è stato l'unico leader fischiato nella parata di arrivi di ministri del suo stesso governo, esponenti delle opposizioni, ex primi ministri, alti papaveri civili e militari. L'ARTICOLO Come sta davvero la Regina Elisabetta, dopo l'ultima rinuncia al Giubileo?Video La Presse

Le donne di Putin nel mirino

La famiglia allargata di Vladimir Putin - tra parenti, affini e sodali - presa di mira come una «losca» congrega da svergognare, per lo sfarzo in cui è accusata di vivere, e da prendere sotto tiro collettivamente a colpi di sanzioni individuali. Il governo britannico di Boris Johnson - in sintonia c