Ufi di carattere sulla Fortezza Manzanese corsara a Mossa

Matteo Femia / CORMONSL'Ufi si prende la rivincita e batte una Fortezza partita decisamente col piede sbagliato in campionato. Per i gradiscani è infatti la seconda sconfitta consecutiva in altrettante giornate, ed il 3-1 subito a Capriva fa male perché tiene i rossoblù bloccati a zero punti. Per i padroni di casa invece è una vera e propria vendetta sportiva servita fredda: la Fortezza in Coppa Regione aveva infatti vinto 5-1 contro l'Ufi, un risultato che poi ha decisamente pesato in ottica qualificazione regalando il passaggio del turno ai gradiscani ed eliminando i caprivesi nonostante l'arrivo a pari punti nel gironcino. Ieri, appunto, è stata un'altra storia: decisive le reti di Graziano, Merenda e Santoro, mentre non è bastato sull'altra sponda il guizzo di Battistutta. L'Ufi si issa così al comando a punteggio pieno assieme ad una Manzanese trascinata da Orgnacco nel 2-0 corsaro sul campo del Mossa, ma in vetta ci sono anche il Corno (4-1 esterno nel derby al Villanova, a cui non basta il secondo gol in altrettante partite di Azzano) e la Serenissima, che tiene fede ai pronostici della vigilia superando per 2-1 lo Strassoldo grazie ad una rete di Beltrame e ad un autogol. A quota 4 punti si piazza invece il Villesse, che trova ancora un gol del solito Msatfi per pareggiare l'iniziale svantaggio nella partita interna contro il Buttrio: per l'attaccante giallorosso un inizio di stagione coi fiocchi. È invece una prodezza di Tognon a determinare l'1-0 con cui il Torre batte un Moraro che non riesce a trovare la retta via: tra coppa e campionato, infatti, si tratta della quinta sconfitta in altrettante partite per i bianconeri, che sognavano decisamente un avvio di stagione diverso nell'anno del Centenario. I moraresi quindi chiudono la classifica senza punti assieme a Fortezza, San Vito al Torre e Gradese, con gli isolani che però ieri hanno osservato il loro turno di riposo. Il risultato più rotondo della giornata è stato quindi il 5-0 dell'anticipo di sabato tra Terzo e San Vito al Torre, coi padroni di casa che passeggiano grazie alla tripletta di uno scatenato Donda e ai tocchi vincenti di El Moujadhi e di Riitto. --© RIPRODUZIONE RISERVATA