Costalunga ok a Doberdò, Zarja a picco a San Pier

TRIESTE Primi squilli del Costalunga, battesimo da dimenticare per Zarja, Domio, San Giovanni e soprattutto Roianese. Parte la Prima Categoria e tra le triestine è solo il Costalunga di Luca Gratton a festeggiare andando a vincere in casa del Mladost per 0-3. Apre il festival Inchiostri al 10' sfruttando uno schema da calcio da fermo, raddoppia Marcucci alla mezz'ora capitalizzando di piatto destro una azione maturata sulla corsia e chiude il conto Romich al 45' su rigore. Nella ripresa il Mladost incentiva l'intensità ma il portiere Nisi chiude ogni varco, dando così respiro ad un Costalunga che sfiora anche il poker con Grando. A picco lo Zarja in quel di Isonzo. I carsolini partono bene e vanno a segno con Gusgnaz al 20' ma arriva poi doppietta di Falanga e le stoccate di Petriccione e Crgan: «Un 4-1 non veritiero - sostiene il tecnico dello Zarja, Jurincich - una rete in fuorigioco e qualche errore fatale di inesperienza hanno pesato». Un tema analogo per il Domio, attivo nelle occasioni ma piegato dalla Romana per 0-2, con reti di Velinkovic e Zecchinolfi. A secco il San Giovanni, fermato dall'Azzurra Gorizia per 1-2. Apre Semolic su rigore, pareggia Roccella ma nella ripresa Serplini piazza il ko: «Noi da contropiede, loro più manovrieri - attesta il vice rossonero Jacopo Nonis - pagati degli errori sotto porta». Festival tra Roianese e Fiumicello, archiviata su un pirotecnico 4-5. Triestini sul 4-1 sino a 14 minuti dalla fine (doppio Moriones, Norbedo e Pischianz) ma il Fiumicello resta sul pezzo e scompagina la scena con De Crescenzo e le doppiette di Sangiovanni e Corbatto: «Abbiamo chiuso l'interruttore troppo presto - concorda il tecnico Sciarrone - l'arbitro poi ha influito in almeno due reti. Non mi preoccupo comunque». Rinviato l'incontro tra Ism e Trieste Victory Academy. Intanto l'Isontina del nuovo allenatore sloveno Damar Likar esordisce con una promettente vittoria casalinga contro il Ruda. Il 2-0 finale si materializza già nei primi dieci minuti della gara. Al 2' Scarbolo lancia Valdiserra che crossa in area per il colpo di testa vincente di Sarr. Al 9' arriva il raddoppio. L'azione è la fotocopia di quella che ha portato al primo gol. L'eterno Faggiani lancia ancora Valdiserra che si destreggia bene e mette un altro invitante pallone in mezzo all'area. Clemente è il più rapido di tutti, anticipa il difensore e insacca con un tocco impendibile per il portiere Dose. Dopo l'avvio scioccante il Ruda prova a reagire e ha un'ottima opportunità per riaprire il match con Lampani che non riesce però a sfruttare. Nella ripresa i padroni di casa controllano e gestiscono la gara tentando qualche ripartenza mentre il tecnico degli ospiti Roberto Gon prova a cambiare l'inerzia della gara inserendo Vesca, Simeone e Pasian ma senza avere i frutti sperati. Nell'anticipo gara senza storia tra le due matricole Sovodnje e Bisiaca. La formazione di Trangoni domina in lungo e in largo vincendo per 7-0 grazie alla doppietta di Semolic e ai gol di Petejan, Juren, Cavdek, Klancic e Ahmetasevic. Il Sovodnje ha dimostrato di possedere tutte le potenzialità per essere la squadra sorpresa della stagione mentre la Bisiaca dovrà lavorare molto per diventare una squadra più competitiva. --FRANCESCO CARDELLAMARCO SILVESTRI