Maltrattamenti nella Rsa scarcerata monfalconese

aielloIl tribunale del Riesame ha rimesso in libertà Gabriella Pellegrini, 61 anni di Monfalcone, e Angelo Artuso, 39enne di Campolongo Tapogliano. Il gip di Udine il 14 luglio aveva applicato nei loro confronti gli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal pm Elena Torresin sui presunti maltrattamenti nei confronti di alcuni degenti all'interno della casa di riposo "Le meridiane" di Aiello. Tredici gli indagati fra i quali tre infermieri. In seguito all'udienza di discussione del Riesame della misura coercitiva innanzi al Tribunale di Trieste chiesto dalla difesa ieri è stata notificata l'ordinanza con cui il Tribunale del Riesame ha rimesso in libertà Gabriella Pellegrini. La difesa, curata dall'avvocato Denaura Bordandini, ha contestato l'attualità e concretezza delle esigenze cautelari: l'indagata non lavora più in quella struttura da mesi e la Procura ha svolto indagini sui fatti mediante intercettazioni ambientali che hanno cristallizzato le condotte degli indagati, che si riferiscono a fatti di ben oltre un anno fa, azzerando ogni pericolo di inquinamento probatorio. All'indagata rimangono applicate la misura interdittiva dalla professione di Oss e quella del divieto di avvicinamento alle persone offese. Il difensore ha riferito che non contestare tali limitazioni, che verranno meno il prossimo ottobre, è stata una precisa scelta difensiva. Stessa decisione è stata adottata dal Riesame nei confronti di Angelo Artuso, oss assistito da Francesco Guido del foro di Cosenza. Artuso al giudice si era detto totalmente estraneo alla vicenda. --