Zanutel replica a Bullian «Assenze giustificate»

TURRIACOAssente, per cinque riunioni consecutive del Consiglio comunale, ma sempre giustificata. È quanto sostiene il consigliere comunale del Gruppo misto di opposizione, uscita dalla Lega a inizio anno, Eleonora Zanutel, ribattendo al sindaco Enrico Bullian, che nell'ultima seduta d'aula aveva richiamato al rispetto delle regole.Nel caso di tre assenze consecutive non motivate il consigliere comunale del resto decade, lasciando il posto al primo dei non eletti della sua lista (in questo caso quella della Lega). «Indubbiamente viviamo in tempi complicati e strani - afferma Zanutel -, ma un sindaco che non conosca il regolamento del Consiglio comunale, di cui dovrebbe essere garante e custode, non si era ancora visto».Secondo Zanutel, confluita nel Gruppo misto assieme all'altra ex leghista, Alessandra Giannangeli, è «il caso del primo cittadino» di Turriaco». «Il sindaco Bullian imputa a me, consigliere comunale in carica a Turriaco - spiega Zanutel -, di aver omesso di partecipare a una serie di sedute del Consiglio senza giustificato motivo. A parte la scarsa correttezza istituzionale di Bullian, il quale avrebbe dovuto evitare di dare incautamente in pasto all'opinione pubblica una notizia del tutto infondata circa il mio operato politico e mi corre l'obbligo di precisare che ogni qualvolta non mi è stato possibile prendere parte ai lavori ho provveduto a trasmettere agli uffici del Comune formale notizia della mia giustificata assenza». E aggiunge, quindi, che «è palesemente strumentale e fuorviante la presa di posizione del sindaco di Turriaco, probabilmente più attento a vagheggiare improbabili scenari vetero-comunisti». --LA. BL.© RIPRODUZIONE RISERVATA