Ridimensionamenti e rilancio Il Kinemax spera nel futuro

Il Kinemax, com'è noto, ha dovuto ridimensionare la propria attività. Tiene aperto solo nei fine settimana: venerdì, sabato e domenica. Resta chiuso, invece, nelle altre giornate. Alla base di questa scelta, com'è facile immaginare, c'è la mancanza di un pubblico sufficiente. In altre parole, gli incassi non coprirebbero i costi di gestione. Meglio, quindi, attendere tempi più favorevoli. Con venerdì 11 febbraio, si torna comunque alla normalità: proiezioni sette giorni su sette.Tra le uscite programmate si può segnalare quella molto attesa di "Assassinio sul Nilo", lungometraggio diretto e interpretato da Kenneth Branagh. Già per domenica 6 febbraio, tuttavia, è previsto un appuntamento di rilievo: alle 17. 30 il regista friulano Renzo Carbonera presenterà il film "Takeaway", l'ultima prova di Libero De Rienzo, improvvisamente scomparso nel luglio del 2021 a soli 44 anni. Si tratta di una riflessione sul mondo dello sport e della competizione in genere, che non risparmia il tema del doping. È da lunedì 17 gennaio che il Kinemax di Gorizia tiene aperto soltanto nei fine settimana. Analoga decisione, partita due giorni dopo, riguarda quello di Monfalcone: anche in questo caso, la piena ripartenza è stabilita con venerdì 11 febbraio. «La gente, comunque, ha voglia di cinema - afferma il direttore di Transmedia, che gestisce le sale cinematografiche delle due città, Giuseppe Longo -. Non a caso, sabato e domenica scorsi, quando abbiamo potuto assistere a "Ennio: The Maestro" di Tornatore, l'emozione è stata palpabile. Di spettatori ce n'erano davvero molti. Però, determinante nella scelta di chiudere da lunedì a giovedì non sono state soltanto le spese di gestione (tra cui il rincaro delle bollette), ma pure lo slittamento di alcune uscite, che da metà febbraio però ripartiranno». --A. P. © RIPRODUZIONE RISERVATA