Alla scoperta (con visita guidata) della Domus di Tito Macro

Emanuela MasseriaAquileia in zona gialla torna ad essere meta di appuntamenti culturali.Oggi, e più in generale ogni giovedì e venerdì dalle 15 alle 18 fino al 31 marzo, si potrà visitare la mostra fotografica collettiva "Sulle tracce dello stato patriarcale di Aquileia" a Palazzo Meizlik. L'esposizione, parte dell'iniziativa "Photo days tour", comprende anche foto del progetto "Staying home together" e del concorso "Urban photo awards contest" promosso dall'associazione culturale dotART di Trieste tramite la sua piattaforma Exhibit around, in collaborazione con il Comune di Aquileia. L'obiettivo è celebrare il 600° anniversario della caduta della Patria del Friuli.La mostra a Palazzo Meizlik è a cura di Andrea Rossato, fotografo udinese che ha ottenuto importanti riconoscimenti. La World photography organisation gli ha conferito il titolo di "Miglior fotografo italiano Open" nel 2015 ma non è il solo titolo conquistato dall'artista. Il campo d'azione di Andrea Rossato è principalmente la fotografia di architettura.Sempre ad Aquileia tutti i venerdì alle 14.30 fino al 31 marzo è in programma la "Passeggiata con il direttore" alla Domus di Tito Macro: l'archeologo Cristiano Tiussi, a capo della Fondazione Aquileia, accompagnerà cittadini e visitatori alla scoperta di una delle più grandi dimore di epoca romana tra quelle scoperte nel Nord Italia. La struttura, che si estende per 1700 metri quadrati, serve a restituire gli spazi di una dimora che tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C. era abitata da un certo Tito Macro, facoltoso abitante di Aquileia. La visita consente di scoprire lo stile di vita che veniva condotto in una ricca domus romana e come erano disposti gli ambienti tra meravigliosi pavimenti a mosaico.Le date di febbraio sono già sold out, ma è possibile prenotarsi per marzo.L'iniziativa è gratuita con prenotazione obbligatoria (cell. 320-0342258; domus.titomacro@gmail.com). Più in generale dal 1° febbraio le aree archeologiche, la basilica con il battistero e la südhalle, la domus, il Palazzo episcopale e l'infopoint di PromoTurismoFvg sono di nuovo aperti dal lunedì al venerdì.Disponibili nelle stesse giornate anche il Museo archeologico nazionale, l'antico foro romano, la passeggiata della Via sacra lungo il porto fluviale, il sepolcreto e l'area del fondo Pasqualis con gli antichi mercati.Ovviamente il rispetto del programma dipenderà all'evoluzione dei provvedimenti anti Covid. --