Chiesa di Sant'Antonio al "battesimo" ufficiale dopo il lungo restauro

Simone ModugnoCon la ristrutturazione e il consolidamento della facciata di via delle Torri, i risvolti su via Paganini e Ponchielli e gli interventi sulle torri campanarie, si sono conclusi definitivamente i lavori che hanno interessato per quasi 10 anni la chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo. Ieri l'inaugurazione ufficiale alla presenza del sindaco Roberto Dipiazza, dell'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi, del consigliere comunale Bruno Marini, di Paolo Dri in rappresentanza dell'impresa esecutrice Di Betta Giannino e del parroco don Fortunato Gersi. «Sono molto soddisfatto per il lavoro eccezionale compiuto dalla ditta sulle facciate e in particolare sulle torri campanarie», così Dipiazza. «Era un intervento complesso ed è stato realizzato sapientemente superando ogni problematica, tenendo anche presente che si tratta di una zona pedonale molto frequentata e che nessuno si è mai lamentato», ancora Lodi. Marini ha voluto ringraziare anche l'ex presidente della Regione Debora Serracchiani, che nel 2015 approvò lo stanziamento di 500 mila euro, sommatosi ai 390 mila del Comune per il completamento del secondo lotto.--© RIPRODUZIONE RISERVATA