Buon Anno Trieste con gli Stadio nella serata di consegna delle Rose

Francesco CardellaL'augurio alla città, un messaggio di positività e una carezza sociale. Il tutto anche a tempo di musica pop, quella griffata degli Stadio. Ecco il copione di "Buon Anno Trieste", lo spettacolo in programma stasera al Politeama Rossetti, dalle 20.30, palco del classico cin cin di inizio anno organizzato dalla Confcommercio giuliana con il sostegno della Regione, Fondazione CRTrieste, BCC Staranzano e Villesse, Confidi Trieste e 50e PiùTrieste.Edizione numero 39, appuntamento affidato alla conduzione di Leonardo Zannier e Micol Brusaferro, incentrato sul concerto degli Stadio, la band vincitrice dell'edizione 2016 di Sanremo ("Un giorno mi dirai") e firma di un brano culto della canzone italiana come "Chiedi chi erano i Beatles", il manifesto socio-generazionale scritto negli anni '80.La storia degli "Stadio", nata attorno alla metà degli anni '70, si snoda tuttavia attraverso altre tappe storiche, come la primogenitura maturata nel tour "Banana Republic" del 1979, quando il gruppo accompagna il progetto targato Dalla, De Gregori e Ron, oppure le altre collaborazioni di rango - quella con Vasco Rossi, autore dei testi e protagonista di un "cameo" vocale nell'album "La faccia delle donne" del 1984 - e poi ancora con Luca Carboni, Ivano Fossati, Francesco Guccini, Roberto Roversi, Edoardo Bennato, Angelo Branduardi e lo stesso Gianni Morandi.Particolarmente intensa anche l'attività di creazione di colonne sonore, iniziata nella metà degli anni '80 per la pellicola "I due Carabinieri", diretta da Carlo Verdone.Attorno all'esibizione del gruppo del leader Gaetano Currieri, la serata offre altri significativi motivi di interesse. In primo piano l'iniziativa a sostegno delle attività del reparto di Neonatologia dell'ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste e dell'Associazione "Scricciolo" (per i bambini nati prematuri), consistente nella raccolta fondi (legata ai proventi dei biglietti) da devolvere per l'acquisto di un "Bili Stick", ovvero un sistema di monitoraggio transcutaneo della bilirubina, in pratica un modo non invasivo (e non doloroso) per tenere sotto controllo i valori dei neonati: «La prevendita sta andando bene e questo significa concretezza per l'iniziativa sociale a favore del Burlo - ha premesso Antonio Paoletti, presidente della Confcommercio di Trieste -. Più biglietti stacchiamo e maggiori sono le possibilità magari di raddoppiare una attrezzatura tanto importante nelle cure dei neonati. Vogliamo dare così un primo messaggio di positività alla città e ai commercianti - ha aggiunto - godendo inoltre della musica di un complesso storico».L'altra cifra della serata si collega alla cerimonia delle "Rose d'Argento" e delle "Rose di Cristallo", la passerella finale dei riconoscimenti per le personalità locali emerse nel campo della cultura, dell'imprenditoria e dello sport. --