La Trieste di Leonor Fini

"Un pittore di nome Leonor": lo scrittore Corrado Premuda racconta la Trieste di Leonor Fini insieme a Luisa Vermiglio venerdì alle 18 alla libreria Ubik Rinascita di Monfalcone. L'infanzia e la giovinezza di Leonor Fini, artista italiana nata a Buenos Aires e cresciuta a Trieste nei primi anni del Novecento, diventano un romanzo biografico scritto da Corrado Premuda e illustrato da Andrea Guerzoni. "Un pittore di nome Leonor. Da Trieste a Parigi: la scatenata gioventù di Leonor Fini" (Editoriale Scienza - Giunti) ci regala il ritratto di una ragazzina sognatrice e curiosa, e dell'affascinante città dov'è cresciuta, crocevia di lingue, culture e religioni differenti. Leonor è una bambina contesa: suo padre tenta di rapirla per riportarla in Argentina, mentre la madre, che la vuole con sé a Trieste, la rende irriconoscibile travestendola da maschietto. Curiosa ed egocentrica, cresce in mezzo agli adulti, esplorando con sfrontatezza il loro mondo; affezionatissima al suo gatto Cioci, con cui condivide il carattere libero, scostante e al contempo bisognoso d'affetto, ama inventare storie strampalate e, soprattutto, disegnare.