Corone d'alloro, letture e messa

È già in pieno funzionamento la macchina organizzativa della cerimonia prevista per la Giornata del Ricordo alla Foiba di Basovizza il 10 febbraio. Non manca niente, compresi i pullman che preleveranno gli interessati che hanno bisogno di un passaggio alle 9 del mattino in piazza Oberdan, come ha ricordato ieri Paolo Sardos Albertini della Lega Nazionale. Le cerimonia inizierà alle 9.45 con lo schieramento dei Labari delle associazioni, seguito dall'alzabandiera a cura della Scuola Militare "Nunziatella" e dell'Associazione nazionale Alpini-Sezione di Trieste Guido Corsi" e dall'inno nazionale. Seguirà la deposizione di varie corone e la consegna delle medaglie concesse dal Presidente della Repubblica ai familiari di infoibati. Subito dopo avrà inizio ora la messa in suffragio dei Caduti di tutte le Foibe celebrata dal vescovo Giampaolo Crepaldi, che impartirà la sua benedizione ai Caduti di tutte le Foibe e darà lettura della "Preghiera per gli Infoibati" composta dall'Arcivescovo Antonio Santin. Verranno poi lette due  poesie composte dalla scrittrice Annamaria Muiesan: "Indelebili presenze" e "C'e un tempo….". Prenderanno quindi la parola il sindaco Roberto Cosolini e Paolo Sardos Albertini presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe e della Lega Nazionale. Una delegazione si recherà infine a rendere omaggio alla Foiba di Monrupino. Visite guidate intanto dal 16 al 20 febbraio a cura dell'Irci il Magazzino 18 in Porto Vecchio, dove sono ubicate le masserizie degli esuli. Bisogna prenotare telefonando al 3343352284 o scrivendo via mail a irci@iol.it.