Longo: «Chiediamo i fondi per bonificare le grotte»

Nel Consiglio provinciale è stata approvata la mozione del consigliere del Gruppo misto Fabio Longo sull'inquinamento delle grotte del Carso, tra l'altro «interessate dalla presenza di residuati bellici, rifiuti ingombranti, veicoli, residui di idrocarburi e scarichi idrici. Risulta necessario intraprendere un'azione permanente di concerto col Catasto regionale grotte e la Regione Fvg - scrive Longo - per reperire le risorse necessarie alla bonifica da fondi regionali, nazionali e comunitari, auspicando nel contempo la realizzazione di iniziative tese alla sorveglianza, al coordinamento e al finanziamento degli interventi anche da parte di organi governativi». Era stata considerata l'audizione dei rappresentanti della Federazione speleologica triestina e delle associazioni degli speleologi di Trieste: ne era emerso che 128 cavità risulterebbero inquinate su una superficie di soli 212 km quadri. Un rapporto impressionante: una grotta inquinata ogni 1,65 km quadrati». Il Consiglio all'unanimità dei presenti ha quindi impegnato presidente e giunta affinché sollecitino gli uffici competenti della Regione per reperire le risorse per la bonifica; si continuino a sostenere le associazioni degli speleologi e si facciano promotori di una campagna informativa.