Caccia al ladro a Redipuglia dopo altri sei furti nelle case

di Luca Perrino wRONCHI DEI LEGIONARI Non solo Ronchi dei Legionari è investita dall'emergenza dei furti nelle abitazioni. La preoccupante scia arriva sino a Fogliano Redipuglia dove, venerdì, attorno alle 19.30, ad essere prese di mira da quella che si suppone sia una banda specializzata sono state tre abitazioni in via Bozzi. Diversamente da quanto era accaduto qualche ora prima a Ronchi dei Legionari, in questo caso i malviventi hanno atteso che i proprietari uscissero di casa per poi entrare in azione. Ma proprio per il fatto che non era notte fonda qualcuno ha notato dei movimenti sospetti e ha avvertito i Carabinieri. Testimoni hanno asserito di aver visto due persone, vestite di nero e con il volto coperto, aggirarsi nella zona. Tempestivo è stato l'intervento dei militari dell'Arma, giunti sul posto con tre pattuglie. C'è stato un andirivieni di sirene e lampeggianti blu. I militari hanno ispezionato ogni luogo, ogni angolo, ma delle due persone, purtroppo, non c'era più traccia. I due furti in via Bozzi sono seguiti di poche ore a quelli che, la notizia è giunta solo ieri, sono stati messi a segno in tre abitazioni tra via Sant'Elia e via Terrarossa e alla pizzeria "Europa". Questa volta la banda ha agito di notte, con il metodo ormai "tradizionale" che è quello dell'uso di arnesi da scasso, con i quali vengono violate porte o finestre. E' evidentemente che, mentre qualcuno "lavora" all'interno delle abitazioni, qualcun altro rimane di "vedetta" per dare l'allarme nel caso arrivassero le forze dell'ordine. Altri quattro, secondo le informazioni assunte anche dal sindaco, Antonio Calligaris, sarebbero stati i tentati furti che hanno interessato l'abitato di Redipuglia. Proprio ieri il primo cittadino ha incontrato il comandante della locale stazione dei Carabinieri, maresciallo Caneva, per concordare un piano di prevenzione ancora più incisivo. Dopo Ronchi dei Legionari, quindi, l'allarme tocca anche la vicina località. Nell'arco di poco più di due settimane sarebbero una trentina i furti o i tentati furti messi a segno da chi, come già detto in altre occasioni, agisce senza scrupoli. Quello dei "topi d'appartamento" è un fenomeno molto diffuso, che si ripete periodicamente che aumenta quando arriva la stagione autunnale e le giornate si fanno più corte. Carabinieri e Polizia sono in stato di allerta, le indagini sono serrate e si spera di arrivare a risultati positivi, come quello ottenuto un paio di anni fa proprio a Ronchi dei Legionari quando vennero assicurati alla giustizia alcuni dei responsabili delle violazioni notturne ai danni di diversi cittadini. Che ora tornano a tremare. ©RIPRODUZIONE RISERVATA