La rotta: il convoglio attraverserà l'Arcipelago toscano

Il viaggio dal Giglio a Genova del relitto della Concordia sarà lungo 200 miglia nautiche, 370 chilometri, e durerà cinque giorni ad una velocità media di 2,5 miglia l'ora, condizioni meteo-marine permettendo: ma il convoglio non potrà sopportare venti superiori a 15 nodi e onde di oltre 2 metri. I dettagli del trasferimento (le rotte possibili sono tre, ma le differenze sono minime) sono contenuti nel Progetto presentato da Costa al governo nelle scorse settimane. Gli ingegneri di Titan Micoperi hanno previsto che una volta completate le operazioni al Giglio, la linea di galleggiamento della Concordia sarà all'altezza del ponte 3. Quanto tutto sarà pronto per la partenza, il relitto verrà agganciato a due rimorchiatori oceanici a prua, mentre altri due rimorchiatori portuali faranno il supporto a poppa. La rotta studiata prevede che la Concordia venga trainata ad est fino a 5 km dall'isola per poi piegare a sud passando a 10 km da Giannutri e successivamente dirigere verso la Corsica, un tratto lungo circa 100 km che passa 15 km a sud di Montecristo. A 25 km dalle coste dell'isola francese la Concordia virerà a nord trovandosi Bastia a 30 km ad ovest e, ad est, Capraia a 11 km, Pianosa a 20 e l'Elba a 25. All'altezza dell'isola di Capraia i rimorchiatori metteranno la prua a nord-ovest per raggiungere Genova.