Remi, ai mondiali under 23 anche Forcellini e Sfiligoi

TRIESTE Il lago di Piediluco ha ospitato una selezione per scegliere gli equipaggi che vestiranno la maglia azzurra ai mondiali under 23 (Varese 23/27 luglio), a quelli Juniores (Amburgo 9/10 agosto) e alla Coupe de la Jeunesse (Libourne 2/3 agosto). Ventidue gare (6 batterie e 16 finali) che hanno definito gli atleti che faranno parte delle rappresentative azzurre nei prossimi impegni internazionali. Presenti ben 45 società per garantire un'ulteriore chance ai propri atleti, i quali hanno dato vita a gare interessanti che hanno offerto spunti, da approfondire con le analisi tecniche ed evidenziato equipaggi di valore assoluto. Le convocazioni d'ufficio di questi ultimi giorni (quindi senza partecipare alle selezioni) segnalavano: Elena Waiglein (Saturnia) e Beatrice Millo (Limite sull'Arno) tra gli juniores, tra gli under 23 uomini Nicholas Brezzi e Alessandro Mansutti (Saturnia), tra gli under 23 pesi leggeri, Paolo Ghidini (Saturnia), tra le donne under 23 Eleonora Denich (Cmm "Nazario Sauro") e tra i timonieri Andrea Kiraz (Saturnia). Ieri a Piediluco invece l'ultima possibilità per entrare in squadra nazionale. Tra gli under 23 nel doppio pesi leggeri, vittoria di Niccolò Forcellini (Saturnia) in coppia con il torinese dell'Esperia Gherzi, di oltre 15" sull'armo del Peloro. «Grazie a questa prestazione - sono le parole del ct degli under 23 Barbo - i due atleti hanno acquisito il diritto di far parte della squadra nazionale under 23.» Vittoria anche per il monfalconese targato Saturnia Pietro Sfiligoi, che assieme al romano della Tirrenia, Barbaro, nel 2 senza pesi leggeri hanno avuto la meglio di oltre 14" sul misto Cerea/Sisport e la Canottieri Lario. «Per questo equipaggio - è sempre Barbo che parla - è possibile la partecipazione al mondiale di Varese proprio in questa disciplina». A Libourne in Francia, alla Coupe de la Jeunesse, parteciperà la triestina, tesserata per la Canottieri Padova, Federica Molinaro, giunta seconda nel doppio junior, mentre la monfalconese Alice Sansa (Timavo) seconda nel 4 di coppia alla selezione di domenica con l'armo societario, sarà convocata in raduno junior per effettuare dei test valutativi. In qualità di riserve, alla Coupe parteciperà anche il 2 senza del Saturnia di Enrico Flego e Tiziano Prelazzi. «Una vera sfortuna - commenta Barbo (allenatore societario di questo equipaggio), - il 2 senza era in seconda posizione, con possibilità quindi di giocarsi un posto da titolari, quando un pattino ha attraversato il campo di regata, costringendo i due ragazzi a fermarsi ed a ripartire. Comunque la Commissione Tecnica ha deciso di convocarli alla Coupe de la Jeunesse in qualità di riserve». Maurizio Ustulin