Muore a 111 anni, tra i più vecchi del mondo

È morto a 111 anni, che avrebbe compiuto a maggio, Arturo Licata, considerato tra gli uomini più vecchi del mondo. Viveva ad Enna. Lo hanno comunicato i suoi familiari. Era un musicista e poeta autodidatta. La moglie, Rosa Jannello, sposata nel 1929, morì nel 1980: da lei ebbe sette figli. Nato nel 1902, Licata aveva lavorato per vent'anni nelle miniere di zolfo a Pasquasia, facendo la guardia giurata e poi il conduttore meccanico. Un lavoro faticoso che nel tempo lasciò per fare l'infermiere nel dispensario di Enna: accompagnava i bambini affetti da tubercolosi all'ospedale «Buccheri La Ferla», a Palermo. Come soldato, durante la colonizzazione fascista, rimase per due anni in Africa, per poi rientrare a Enna. Imparò a suonare la chitarra da giovane e spesso veniva chiamato dagli amici per comporre serenate da dedicare alle donne. Licata ha anche coltivato negli anni la passione per la poesia.