Differenziata al 68% In arrivo a Ronchi i pannolini lavabili

S'intitola "Fiori all'occhiello", la nuova ed originale iniziativa promossa dalla Pro loco di Ronchi dei Legionari e che si svilupperà sabato. Il via alle 9, quando, in piazza Unità, sarà allestito un gazebo con i bonsai che saranno distribuiti, sino alle 18, per sostenere l'Anlaids. Dalle 10 alle 12, poi, nel giardino di villa Vicentini Miniussi, avrà luogo una lezione dimostrativa, a cura del giardiniere Stefano Morsolin, il quale illustrerà il modo di realizzare contenitori fioriti con il materiale offerto dai "Vivai Petrini" e da "I fiori di Ronchi". Sullo sfondo saranno proiettate immagini proiettati dall'associazione "Amici in giardino", mentre verrà illustrato l'evento "Giardini aperti" che si svolgerà nelle giornate del 18 e 25 maggio prossimi. E sarà nella stessa occasione che la Pro Loco lancerà il concorso "Fiori all'occhiello" che premierà il miglior balcone, la vetrina e l'angolo fiorito di Ronchi dei Legionari. Esso sarà abbinato al concorso "Fotografa o dipingi l'angolo più bello". Dalle 16 alle 18, ancora, nel giardino di villa Blasig, in via Roma, lezione di potatura dei bonsai a cura di Ennio Cusimano del "Laboratorio d'arte bonsai" di Staranzano. di Luca Perrino wRONCHI DEI LEGIONARI Ha avuto successo anche nel 2013 la raccolta differenziata dei rifiuti messa a punto Ronchi dei Legionari. Lo scorso anno si è riusciti a raggiungere una media del quasi il 68%, 67,76% per la precisione, con quasi un punto in percentuale in più rispetto ai 12 mesi precedenti. I mesi nei quali si sono riscontrati i dati migliori sono stati aprile, maggio e settembre. Durante questi mesi la percentuale era addirittura sopra il 70%, mentre le percentuali più basse sono state registrate a gennaio, novembre e dicembre, con una percentuale della differenziata poco sotto il 65%. Nella classifica dei rifiuti più recuperati si attestano ai primi posti quelli biodegradabili provenienti da cucine e mense, i quali hanno raggiunto ormai quasi l'80% di quanto raccolto. Dopo di questi a Ronchi dei Legionari si recupera in parte consistente la carta e a seguire il vetro e gli imballaggi in materiali misti e quelli ingombranti. «Si tratta di dati in media confortanti – commenta l'assessore all'ambiente, Elena Cettul - ma che ci spronano a mettere in campo tutte le iniziative possibili per migliorare la separazione dei materiali che vengono comunemente chiamati rifiuti. La differenziazione fa in modo che, a partire dal cittadino, essi vengano distinti in modo da generare meno scarto possibile, quindi c'è un importantissimo fattore ambientale che deve essere sottolineato. In questo modo si limitano i materiali non riciclabili ed il loro non recupero». Sarebbe ottima prassi, secondo lo stesso assessorato, migliorare le percentuali partendo da regole basilari. Ad esempio bisognerebbe ridurre al minimo la frazione del secco residuo. Visto che è interesse della municipalità ronchese quello di garantire una città pulita, magari evitando di spendere denaro pubblico per la maleducazione di alcuni o per la poca attenzione di altri, si sprona affinchè ci sia un'attenta differenziazione dei materiali che a segnalare agli uffici comunali gli episodi di irregolarità, oltre alle situazioni di difficoltà. Sono poi già funzionanti sul sito di Isontina ambiente alcuni strumenti che possono aiutare i cittadini per migliorare la raccolta differenziata. «Il consiglio comunale – continua - ha approvato con alcune modifiche indicate dal mio assessorato, la convenzione provinciale per la sensibilizzazione proprio sulla differenziata, chiedendo alcuni miglioramenti. Sono in essere iniziative come quelle dei pannolini lavabili per i bambini e presto contiamo di mettere in atto a Ronchi dei Legionari la parte di sensibilizzazione da noi richiesta. Speriamo che le iniziative provinciali e locali abbiano un impatto positivo sulla cittadinanza». ©RIPRODUZIONE RISERVATA