La delibera incriminata voluta da Antonucci ancora in bella vista sul sito della Regione

La delibera che costa 700mila euro alla giunta Illy è la 721 del 26 marzo 2004. La si trova ancora nel sito della Regione. Un malloppo di 19 pagine e altre 10 di allegato con l'elenco di 123 immobili di Palazzo messi in vendita: fabbricati, terreni, boschi, da Trieste a Tarvisio. Fu Augusto Antonucci, assessore al Patrimonio (in foto), ad avviare l'operazione di cessione del patrimonio pubblico non utilizzato. Secondo le intenzioni comunicate in quell'occasione dalla giunta, gli immobili sarebbero stati ceduti in un primo tempo alla società di cartolarizzazione Prima, già costituita dalla Regione su autorizzazione del ministero del Tesoro. La Prima, per pagare il prezzo iniziale pattuito per la cessione, veniva autorizzata a emettere obbligazioni. Il ricavo iniziale, annunciava Antonucci, sarebbe stato di 42 milioni di euro, mentre quello finale sarebbe dipeso dalla valorizzazione di alcuni immobili, da definire in collaborazione con gli enti locali. (m.b. )