Appartamenti abitati da anziani Boom di acquisti, prezzi da saldo

di Micol Brusaferro Un'offerta conveniente per chi vuole investire nel mattone e allo stesso tempo un'opportunità per gli anziani di arrotondare la pensione, senza abbandonare la propria abitazione. Cresce a Trieste il numero di immobili dove in vendita c'è soltanto la nuda proprietà (incremento che arriva al 15%). Gli inquilini cedono quindi la propria casa, tenendo per sé il diritto di rimanerci per tutta la vita. Una scelta comunque non facile e spesso attuata in mancanza di eredi o a causa di difficoltà economiche. «Una modalità di vendita che sta crescendo – conferma Andrea Oliva, presidente provinciale e regionale della Fimaa, la federazione degli agenti e mediatori di affari - la nostra città annovera un alto numero di persone che vivono da sole, i dati 2012 indicano che solo il 46% circa della popolazione è coniugata e circa 24mila persone risultano in stato di vedovanza. Spesso sono anziani in età avanzata, con un reddito derivante da pensione sulla quale pesano le tasse sulla proprietà, le spese di condominio, sia ordinarie che straordinarie, a fronte di pensioni molto basse, che portano alla vendita dell'immobile, per potersi garantire una serenità economica nell'ultimo tratto di vita. Traslocare da un'abitazione ed affrontare un cambio casa in terza età non sempre è facile». I prezzi sono decisamente concorrenziali, come un appartamento di 120 metri quadrati in un palazzo d'epoca in piazza San Giovanni, con ascensore, ristrutturato recentemente, a 200mila euro trattabili; un altro in via Bonomea, 152 metri quadrati, vista mare e parcheggi, a 225mila euro; o una villa in Scala Santa, composta da due alloggi, per complessivi 200 metri quadrati, con giardino, dependance e box auto a 170mila euro. Il risparmio per chi compra è del 30-40%. «Il prezzo di vendita è inferiore a quello che si otterrebbe cedendo la piena proprietà, e la diminuzione è tarata sulle tabelle che determinano la "speranza di vita" - spiega Oliva - a seconda dell'età del proprietario e del sesso, le donne, ad esempio, hanno una speranza di vita più elevata degli uomini. Secondo questi parametri vengono quindi effettuate delle detrazioni in percentuale al prezzo di vendita. Un aspetto triste, ma necessario». In molti annunci viene indicata anche l'età del proprietario. Qualche esempio? Una mansarda panoramica sul golfo, di 110 metri quadrati, verso Miramare, in un edificio della fine dell'Ottocento, con accesso diretto dalla terrazza al parco con laghetto, compreso nella proprietà, è in vendita a 240mila euro, l'usufrutto è a favore di un ottantanovenne. Un privato invece vende a Campo Marzio la nuda proprietà di un appartamento di 140 metri quadrati, in uno stabile elegante, con posto auto, a 159mila euro. Si specifica che è abitato da un ottantaquattrenne. Una villa ad Aurisina, di 200 metri quadrati con un giardino di 2400, edificabile, è in vendita a 390mila euro: la proprietaria ha 88 anni. Ma si possono trovare anche prezzi davvero bassi, come un alloggio in uno stabile d'epoca a Roiano, 60 metri quadrati, a 37mila euro. In questo caso l'annuncio spiega che i proprietari attuali hanno 70 anni. E non mancano gli episodi curiosi. «Alcuni mesi fa una simpatica vecchietta, nel propormi di trovare un compratore per la nuda proprietà del suo appartamento, ma determinata ad ottenere un prezzo nettamente superiore alle valutazioni ed alle tabelle – racconta ancora Oliva - mi ha illustrato accuratamente tutte le sue cartelle cliniche e tutte le malattie, per convincermi che non le rimaneva molto da vivere e che chi acquistava faceva sicuramente un affare, perchè da lì a poco sarebbe morta. Naturalmente non era così, ma l'arzilla vecchietta aveva ben capito il meccanismo su cui fare leva». ©RIPRODUZIONE RISERVATA