Il teatrino viaggiante di "NauTramBus" è a caccia di creativi

Creativi cercasi, da impiegare in un viaggio all'insegna del teatrodanza, il cinema e la scrittura. Il NauTramBus, l'estemporaneo bus da strutturare a breve in un teatrino viaggiante tra i meandri storici di Trieste, cerca il suo equipaggio e ha avviato i laboratori di formazione, in programma al Padiglione M del parco di San Giovanni, dalle 20 alle 22, dieci appuntamenti targati "Triestemotion" a cura dell'associazione Mayura. Progetto semplice e intenso nel contempo quello del NauTramBus, legato alla creazione di un mezzo autentico da abitare con scenografie, musica e rivisitazione di alcune pagine fondamentali della storia cittadina il cui viaggio, nemmeno troppo virtuale, dovrebbe iniziare attorno alla metà di marzo con primo scalo alla Stazione Rogers. Sino a quel momento servono idee, protagonisti e copioni, una dote multimediale da affinare e mettere a fuoco con tre insegnanti, altrettante le discipline e un unico percorso. I laboratori di formazione vedono in cattedra Denny Fiorino, in arte Kaartik, per il teatro/danza, Carmelo Settembrino per quanto concerne l'aspetto cinematografico e Corrado Premuda per le voci scrittura creativa e drammaturgia: «Stiamo cercando soggetti soprattutto curiosi – ha specificato lo stesso Corrado Premuda – curiosi nel voler conoscere linguaggi diversi e da mettere al servizio di vari racconti della città di Trieste, da allestire poi all'interno del nostro NauTramBus. Il nostro progetto richiede uno sguardo sicuramente creativo ma possibilmente originale – ha aggiunto uno dei curatori dei laboratori formativi – con cui intraprendere un percorso culturale alternativo nella storia della nostra città, partendo dalle radici del mito sino ai giorni nostri». Il varo del NauTramBus entrerà letteralmente in scena sulle Rive, per la "prima" stanziale alla Stazione Rogers, dal 14 al 16 marzo. Poi il viaggio diverrà autentico, tra vie, piazze e scorci di Trieste, per accogliere a bordo tutti, giovani e non, turisti e curiosi. Il progetto prevede il reclutamento di 15 soggetti selezionati nel corso dei laboratori. Il ciclo di formazione proseguirà sino al 6 febbraio, sempre con cadenza bisettimanale, il martedì e giovedì, dalle 20 alle 22. Le iscrizioni sono ancora aperte. Per informazioni scrivere a info@mayura-association.org o visitare il sito www.mayura-association.org. Francesco Cardella