Serie D, vincono Sala Slot Luxor e Santos

ALBA CORMONS Blasig, Cantarut 9, Taviano 3,G. Cantarut, Verzegnassi 8, Geremini, Cuser 4, Cocut 3, Di Caterina, Muz 28, Teglaro. All. Ardessi. SANTOS Pellegrino 2, Crocenzi, Nacini 17, Dolce 19, Cumbat, Furlan, Bembich 2, Spanghero 9, Zamboni 10, Djordjevic 10. All. Gregori. SOKOL Potocnik, Stokelj 18, Umek 9, Sossi 2, Hrovatin 7, Hmeljak 15, Doljak 12, Jevnikar 2, Daneu 2, Sardov 4, Coloni, Peric. SALA SLOT LUXOR Schillani 14, Salich 13, Catenacci 12, Petronio 10, T. Morelli 9, Braini 9, Delise 9, Fragiacomo 4, Pizziga, Bassi, Ritossa. All. Coppola. TRIESTE Comincia con il piede giusto il 2014 di Sala Slot Luxor e Santos, entrambe vittoriose in trasferta nella prima giornata di rirotno del girone Micol di serie D. Sala Slot Luxor autoritaria in un primo tempo nel quale il ritorno in cabina di regia di Schillani si fa sentire. La formazione di Coppola chiude avanti 38-30 poi subisce il parziale recupero del Sokol che rientra 52-54 alla fine del terzo quarto. È una tripla di Petronio a 4' dalla fine a rompere l'equilibrio riportando il Basket 4 Trieste a +4 sul 69-65: allungo decisivo gestito poi sino alla sirena finale. Bene anche il Santos che comincia a raccogliere quanto seminato nel girone d'andata. Successo importante a Cormons propiziato dalle buone prove di un prolifico Nacini, di un Dolce giudizioso come non sempre accade e di un Zamboni che, dieci punti a parte, si è sacrificato in difesa su Muz. Santos sempre in testa contro un'avversaria nella quale si è sentita l'assenza di Drius. Niente da fare per il San Vito, sconfitto senza attenuanti sul campo del Ronchi. Match da cancellare per gli uomini di Sims che hanno pagato il cattivo approccio alla gara. Atteggiamento da cambiare, come ha sottolineato il tecnico triestino, in vista del prossimo match casalingo contro l'Alba Cormons. Lorenzo Gatto