Arriva Internet in casa di riposo

Il Comune estende il wi-fi, cioé il collegamento Internet, nelle sue case di riposo. Il progetto è stato presentato ieri alla Casa Capon di Villa Carsia. Lo scopo: ampliare le possibilità di socializzazione degli anziani, stimolare la loro curiosità e voglia di cimentarsi con nuove esperienze, e magari anche di divertirsi. Il progetto "Mouse-Wi-Fi" è stato presentato dall'assessore alle Politiche sociali Laura Famulari: «È un ulteriore segno di attenzione del Comune verso gli ospiti delle residenze, che potranno visionare documentari e filmati, visitare virtualmente luoghi conosciuti, sfogliare album fotografici, leggere riviste e libri on line, ascoltare musica». E si potrà arricchire il giornalino interno "Villa Carsia News". Ma naturalmente gli ospiti potranno anche ricevere corrispondenza via e-mail con parenti che magari risiedono all'estero. Per chi ha deficit sensoriali, un'utile risorsa per esprimersi diversamente. Con lo stesso progetto è stata anche impostata la collaborazione con Radio Web City Trieste, con sede al Centro Marenzi in via dell'Istria che prevede la realizzazione di una trasmissione radiofonica quindicinale con una redazione in cui alcuni anziani si potranno dedicare alla lettura dei quotidiani, a raccontare notizie, a scegliere il palinsesto musicale, comunicare (in streaming) con parenti lontani. Ma non basta, verranno anche insegnato l'uso di Skype e la computer grafica. La Fondazione Casali ha contribuito al progetto (che verrà esteso a Casa Gregoretti , Casa Serena e Casa Bartoli) con 13 mila euro.