Senza Titolo

«Ho grande rispetto e stima per Roberto Cosolini, che considero personaggio di ottima levatura. Resta da verificare se può essere lui il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra per una città prevalentemente di centrodestra». Roberto Decarli, presidente e consigliere comunale dei Cittadini per Trieste, giudica positivamente la scelta del Pd ma non nasconde un motivo di perplessità: «Forse un handicap sta nel fatto che Cosolini è il segretario del Partito democratico e non un rappresentante della società civile». Un pensiero su cui sostanzialmente concorda il coordinatore provinciale dell'Italia dei valori, Mario Marin: «Cosolini è persona idonea, da parte nostra non c'è nessuna controindicazione. La speranza è comunque quella - prosegue Marin - di trovare un candidato che possa rappresentare tutto il centrosinistra, perché lui è troppo marcato Pd senza nulla togliere alla sua autorevolezza. Auspichiamo dunque altre candidature per le primarie». La sfida nella sfida interna al centrosinistra si terrà a inizio dicembre (la data individuata, a meno di slittamenti, è quella di domenica 5). Per trovare figure alternative a quella di Cosolini, gli alleati del Pd non potranno attendere dunque più di un paio di settimane. «Sarebbe importante ci fosse competizione - osserva Alfredo Racovelli (Verdi) -, ragionando con i cittadini. La formula dovrebbe portare alla fine a una proposta condivisa da più soggetti, non solo dai partiti».
«Il primo nome c'è - afferma dal canto suo Iztok Furlanic, segretario provinciale di Rifondazione comunista -, vedremo se ne seguiranno altri. Per quanto ci riguarda, su alleanze e un'eventuale presentazione di un nostro rappresentante alle primarie, deciderà il 10 novembre il comitato politico federale. Lì porteremo quanto discusso, in merito al programma, nei prossimi incontri fra alleati. Non escludiamo nessuna ipotesi».
Confida infine in un confronto costruttivo alle primarie pure il "vendoliano" Giulio Lauri (Sinistra, ecologia e libertà): «Vedremo adesso quali altre candidature la città sarà capace di esprimere. Trieste ha le potenzialità per proporre nomi di qualità. È un'occasione per il centrosinistra».(m.u.)