Entro il 2012 sarà demolita l'ex caserma Amadio

CORMONS Sarà affidata a una ditta privata la demolizione degli edifici dell'ex caserma "Amadio" di viale Roma. In cambio il Comune cederà una parte del terreno che sarà destinato a uso residenziale. In questo modo l'amministrazione comunale non sborserebbe un euro per l'intervento che comporta una spesa che si aggira intorno a un milione di euro. Cifra troppo impegnativa per i magri bilanci del Comune, che nelle poste 2010 ha inserito 100mila euro per interventi di risanamento all'interno dell'ex caserma.
È questa la strada seguita dalla giunta comunale che intende iniziare la riqualificazione dell'area, vasta quasi 60mila ettari: un obiettivo da portare a termine entro la metà del 2012, cioè quando si andrà al rinnovo elettorale. Toccherà poi alla successiva amministrazione decidere che fare della restante area che, in una prossima variante urbanistica - a parte la zona residenziale - sarà destinata a parco urbano.
Nel corso di Agenda 21 erano emerse diverse proposte, avanzate anche dai cittadini tra i quali un'area verde e un centro polifunzionale. Ora il coordinatore di Agenda 21, l'ingegnere Fabio Gon, sta perfezionando le proposte emerse indicando quelli che saranno i progetti prioritari e quelli secondari.
L'attuale giunta intende comunque privilegiare al momento la realizzare del parco urbano, nella parte centrale dell'area, da far fruire alla cittadinanza. ma per farlo è necessario demolire i numerosi edifici che ci sono all'interno. La Soprintendenza alle belle arti ha già dato il parere favorevole alla demolizione. Un parere necessario perché la caserma ha più di 50 anni. È stata infatti costruita negli anni Trenta e ha ospitato i primi reparti militari un paio di anni prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. Negli anni Sessanta è stata realizzato un solo edificio, che verrà anche questo abbattuto. L'unico dubbio resta sull'edificio che si affaccia su viale Roma, che funzionava da ingresso e ospitava il corpo di guardia e il comando dei reparti che sono stati via via ospitati alla "Amadio". Edificio che potrebbe essere conservato e ristrutturato.