Visite ai giardini dei privati

Per la prima volta i giardini privati del Friuli Venezia Giulia aprono i cancelli al pubblico per ammirare angoli verdi, fiori e alberi che rappresentano molto spesso piccoli paradisi curati con grande passione dai proprietari. Si terrà domenica 16 maggio «Giardini aperti», che darà la possibilità agli amanti del giardinaggio di osservare soprattutto aree private, ma anche parchi e vivai.
L'iniziativa nasce dal circolo di giardinaggio gli «Amici in Giardino» di Palmanova, con il coinvolgimento dell'Agenzia TurismoFvg. «Abbiamo aderito con un deciso sostegno – ha commentato il vicepresidente della Regione Luca Ciriani – perché pensiamo che attraverso iniziative che nascono dalla passione e dall'impegno diretto dei cittadini si possa creare quella condivisione necessaria per amare, promuovere e valorizzare il territorio. Curare il proprio giardino è un segno d'amore per la propria dimora e la propria famiglia, ma è un modo diretto per contribuire alla bellezza della regione e al suo valore.
Per questo il nostro compito è di ringraziare quanti aderiscono all'iniziativa, e si prendono cura con passione del proprio giardino».
L'iniziativa nasce con l'idea di valorizzare gli spazi privati, che spesso nascondono veri e propri tesori, piante originali, fiori dai colori vivaci, alberi, aiuole e siepi dove il pollice verde delle persone che se ne occupano, unito spesso a una buona dose di creatività, crea atmosfere e scenari unici. E spesso proprio le fioriture di primavera contribuiscono a rendere ancora più suggestivi gli angoli dedicati alla natura. «In Italia – si legge sul sito degli "Amici in Giardino" - un progetto del genere non è stato ancora proposto, ma nei Paesi limitrofi, come Francia, Inghilterra e nella vicina Austria, queste manifestazioni sono già in atto da anni. In Austria ad esempio progetti come questo sono già molto collaudati, seguiti e promossi dall'Ente del Turismo Locale». A Trieste sono due le persone che hanno deciso di aprire i cancelli ai visitatori, uno spazio in via Grignano e uno in località Padriciano. Ma tante saranno le possibilità anche a Gorizia, Udine e Pordenone, per complessivi quaranta giardini aperti, sei associazioni e cinque vivai. Poche e semplici le regole da rispettare, non calpestare le aiuole e i prati, se non autorizzati dagli stessi proprietari, non raccogliere fiori o semi, tenere per mano i bambini e portare i cani sono se consentito.
L'elenco completo dei giardini aperti domenica è consultabile su www.amicingiardino.it. Sempre sul web è disponibile anche la mappa dettagliata dei vari siti e come raggiungerli. Per ogni giardino, associazione e vivaio on line viene indicato anche il numero di telefono e il nome della persona che si occupa del verde. I giardini che aderiscono all'evento resteranno a disposizione del pubblico dalle 9.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 10. La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia.
Micol Brusaferro