Doppietta Ferrari, riaperta la caccia ad Hamilton

FORMULA UNO SPA Il primo risultato in pista della sentenza del Consiglio Mondiale della Fia di giovedì scorso è che la Ferrari ha conquistato il quindicesimo titolo Costruttori con tre gare d'anticipo. Con la McLaren «trasparente» che ha perso i punti precedentemente conquistati con frode e che non accumula quelli degli ultimi quattro Gran premi, la «rossa» vince a mani basse contro la Bmw Sauber che al termine della corsa di Spa ha 71 punti di ritardo con 54 punti ancora accumulabili tra Giappone, Cina e Brasile. «Una vittoria sempre meritata» l'ha definita l'Amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, presente in pista; mentre Stefano Domenicali, diesse della Scuderia del Cavallino rampante l'ha ribadito ancora una volta «Noi al titolo piloti ci crediamo ancora». Insomma la prima gara del post «spy story» ci consegna una Ferrari vincente ed una McLaren costretta ad inseguire, accontentandosi del terzo e quarto posto. Ma anche l'investitura di Kimi Raikkonen come challenger obbligato per la Ferrari nella rincorsa alla leadership di Hamilton. Il finlandese, infatti, con la vittoria in Belgio si è portato a 13 punti dall'anglo-caraibico e a 11 da Fernando Alonso.
Nella MotoGp Casey Stoner può attendere, magari la trasferta in Giappone tra una settimana, o, chissà, il suo rientro in patria da dominatore. Intendiamoci: il titolo mondiale della classe regina, la MotoGp, non è in discussione, ma l'australiano della Ducati non ha trasformato il primo match ball sul circuito dell'Estoril. Questa è la prima notizia che arriva dal Portogallo, la seconda, e per il tifoso italiano l'unica, è che Valentino Rossi è risorto. Il Dottore ha sfruttato a dovere la resa ottimale delle Michelin, così superiori alle Bridgestone da fargli vincere il bel duello con il pari-gommato Dani Pedrosa. E Stoner? Per una volta sta a guardare, accorgendosi di come le sue Bridgestone non lo facciano volare come al solito. È lì, resta in scia ma non calca la mano sul gas: da buon tattico, decide di tenersi stretto il podio davanti a Nicky Hayden.

lA pagina XV