Il Sigillo della città alle Frecce Tricolori

Un omaggio ai 45 anni di storia, alla professionalità e alla preparazione dei suoi uomini, al messaggio che attraverso le loro evoluzioni viene esportato in tutto il mondo, ma anche un riconoscimento che si lega alle tradizioni aeronautiche della città dei cantieri, alla produzione delle officine create all'interno degli stessi cantieri. Tutto ciò è alla base della consegna solenne, avvenuta l'altra sera nella sala del Consiglio comunale di Monfalcone, del Sigillo della città alla Pattuglia Acrobatica Nazionale, le mitiche ed invidiare Frecce Tricolori che proprio nel settembre scorso, con un imponente manifestazione nel cielo della base di Rivolto, hanno festeggiato i loro 45 anni di attività.
Propiziatore di questo evento, seguito da un foltissimo pubblico, il «Club 77», il cui presidente, Rino Romano, ha ripercorso la storia dell'acrobazia aerea italiana e si è soffermato che proprio sul vicino aeroporto di Ronchi dei Legionari si svolgevano gli allenamenti dei piloti del Quarto Stormo di Gorizia e quale fu l'intensa attività messa in cantiere dall'aeroclub «Falco».
«Questo incontro – ha invece detto il sindaco Gianfranco Pizzolitto - ci consente di onorare una delle formazioni di eccellenza della nostra regione e del nostro Paese, le Frecce Tricolori, che così tanto prestigio danno nel mondo al Friuli Venezia Giulia e all'Italia e di recuperare, nello stesso tempo, parte delle radici legate alla storia, all'identità e al lavoro della nostra città».
Emozionante è stato il momento della consegna del sigillo al comandante della Pattuglia Acrobatica Nazionale, Paolo Tarantino, il quale ha voluto sottolineare il valore di un gesto inedito quanto di grande significato per quello che è il già stretto legame tra le Frecce Tricolori e la popolazione. È la prima volta che un Comune dedica un simile riconoscimento agli uomini della Pattuglia e di ciò i piloti intervenuti si sono dimostrati grati.
Altri riconoscimenti individuali sono stati successivamente consegnati al capoformazione, Massimo Tammaro, ai piloti Marco Lant e Dario Paoli, ai nuovi ingress Pierpaolo Ciacchi e Marco Zoppitelli, al capo ufficio pubbliche relazioni, Andrea Saia, al caposervizio tecnico, Giacomo Zanelli, ma anche al generale Vittorio Cumin, già comandante della Pan ed al pilota Raffaele Chianese.
Luca Perrino