Quel bacio tra il soldato James e Graziella che ha fatto storia

Sono passati cinquant'anni dallo storico bacio immortalato da Ugo Borsatti alla stazione di Trieste tra una giovane triestina e un soldato americano in partenza: una foto che da allora è rimasta il simbolo della dipartita da Trieste dei soldati alleati all'arrivo delle truppe italiane. I due protagonisti di quello scatto, James Swaim e Graziella Cirincione, che dalla fine di ottobre si trovano a Trieste per una visita ai familiari, hanno accettato ieri di farsi immortalare nuovamente sulla soglia di un treno dal fotografo Massimo Cetin.
«Mi ricordo bene di quel giorno - racconta la signora Graziella - era il 12 ottobre 1954 e il mio futuro marito stava partendo per Livorno per una visita medica in attesa di tornare in America. A dire il vero non volevo che Borsatti ci fotografasse: mi vergognavo troppo». Quella foto, invece, fece il giro del mondo e divenne il simbolo della partenza dei soldati inglesi e americani dopo anni di servizio prestato qui a Trieste.
Contrariamente a quanto si è creduto per anni, quella foto non ritraeva un bacio d'addio, ma soltanto un arrivederci: «Dopo poco più di un mese, il 28 novembre, ci siamo sposati: eravamo giovanissimi, 20 anni io e 22 James. Purtroppo già il giorno successivo alle nozze James è dovuto ritornare in America: io l'ho raggiunto sei mesi dopo, a New York, e un anno dopo è nato il primo dei nostri tre figli». Da quel momento la coppia non si separa più: Graziella segue James in tutte le sue missioni in giro per il mondo «tranne che in Vietnam, lì non ho potuto», spiega. Dal 1978 vivono a Herlong, in California, vicino ai tre figli e ai cinque nipoti. Il loro arrivo a Trieste risale a circa una settimana fa, per una visita ai parenti di lei che sono rimasti qui in città. Saputo del loro arrivo i fotografi Massimo Cetin e Ugo Borsatti hanno proposto alla coppia di ritornare alla stazione per ripetere cinquant'anni dopo la foto che li rese famosi in tutta Italia.
Prima di andare alla stazione, Graziella e James hanno fatto tappa anche in Consiglio Regionale, dove hanno potuto ammirare la mostra fotografica «54-04. Dodici fotoreporter a Trieste», curata dallo stesso Cetin, di cui sono in parte i protagonisti: la foto che apre l'esposizione, infatti, è proprio quella che ritrae il loro bacio nel lontano ottobre del 1954.
Il presidente del Consiglio regionale Alessandro Tesini li ha accompagnati nella visita alla mostra realizzata per il Cinquantenario del ritorno di Trieste all'Italia e ha fatto loro omaggio di una copia del libro che apre proprio con la storica foto del bacio scattata da Ugo Borsatti.
Elisa Lenarduzzi