Malata di cuore, senza telefono da novembre

Mario SabiaALBINEA. Un'anziana donna albinetana, affetta da anni da una cardiopatia che l'ha costretta a un delicato intervento chirurgico, dal mese di novembre scorso vive senza la linea telefonica di casa, per lei assolutamente indispensabile per ricevere dall'ospedale di Reggio le indicazioni sulle dosi giornaliere di medicinali da assumere.Nonostante le continue proteste e una raccomandata presentata da un parente con richiesta di risarcimento dei danni, la Telecom (ora Tim) non si decide a ripristinare la linea interrotta.Protagonista del grave disservizio è Rosanna Ferrari di 73 anni, nata ad Albinea e residente nella frazione di Botteghe in via Antonio Ligabue 14.Dice la figlia Marina Fantini, di 53 anni, pure abitante ad Albinea: «Per mia madre la linea telefonica è indispensabile per ricevere via fax dal centro emostasi dell'arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio la indicazione precisa sulle dosi giornaliere del farmaco denominato coumadin, da somministrare a mia madre. In mancanza di questa indicazione medica, dobbiamo chiedere appoggio alla farmacia Buffagni di Albinea per ottenere il documento con la esatta somministrazione del farmaco».Coumadin è un anti-coagulante, una medicina con un indice terapeutico ristretto. Ciò significa che piccole variazioni della dose possono avere gravi conseguenze. Infatti troppo medicinale può causare sanguinamento, poco medicinale può portare alla formazione di coaguli sanguigni pericolosi. «Il medico le ha prescritto il Coumadin - prosegue la figlia Marina - per prevenire la formazione di coaguli. Questi coaguli sono pericolosi perché possono bloccare il normale flusso sanguigno e causare seri danni».Aggiunge Rosanna Ferrari: «In diverse occasioni ho fatto varie segnalazioni alla Tim, ma finora ho ricevuto solo promesse di ripristino della linea. Il mio telefono, la cui linea è intestata a mio marito Silvio Fantini, non funziona ancora. Ma io continuo a ricevere le fatture, anche se la Tim mi ha promesso un rimborso».Nel maggio del 2013 l'anziana donna fu sottoposta all'ospedale di Parma ad un delicato intervento chirurgico al cuore per la sostituzione di una valvola cardiaca. Da allora è sotto costante cura e osservazione. --© RIPRODUZIONE RISERVATA