Casalgrande Padana soccombe al Mestrino e resta senza alibi

casalgrande. Sabato la Casalgrande Padana avrebbe dovuto prendere il volo verso la prima vittoria in campionato: invece le biancorosse sono rimaste a terra, contro un Mestrino che al Pala Keope si è rafforzato come squadra-rivelazione di questo primo scorcio della serie A1. Le gialloverdi hanno messo in mostra un gioco di pregevole livello, mentre la Casalgrande Padana è stata l'ombra di quella squadra che il pubblico biancorosso ha applaudito tante volte nella passata stagione. La formazione ceramica dispone di un interessante potenziale tecnico-agonistico da spendere, ma le padrone di casa hanno espresso le proprie doti solo a sprazzi. Davvero troppo poco per sperare di impensierire l'attuale capolista: nonostante le prove convincenti di Francesca Franco e Maja Tanic, le giocatrici ospiti hanno guidato nel punteggio parziale per quasi tutto il tempo. «Non possiamo accampare alibi - commenta secco Matteo Corradini, trainer della Padana - Difficoltà evidenti già nei 10 minuti iniziali, quando abbiamo fornito una prova troppo distratta e imprecisa. In seguito le nostre ragazze hanno ritrovato il bandolo della matassa, per poi perdersi di nuovo sul finale del 1° tempo: una prova a corrente alternata, anche durante la ripresa. Centrare i 2 punti era importantissimo, specie considerando la complessità del calendario che ci attende. Invece abbiamo commesso ripetuti errori sia nelle collaborazioni in attacco, sia nei movimenti difensivi. Sabato saremo a Bressanone, poi il 19 ospiteremo Salerno: un'agenda che obbliga a lavorare con grande slancio». --N.R. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI