Vertinelli operato vuole uscire di cella

Ormai è diventato un braccio di ferro quello fra Palmo Vertinelli e i giudici, da quando è stato operato d'ernia in zona lombare - quarto intervento in sette anni - e ha fatto due richiesta, tramite l'avvocato difensore Alessio Fornaciari. In primis di essere scarcerato e messo agli arresti domiciliari, in seconda battuta di essere trasferito dal carcere di Parma a Reggio. La prima richiesta - a cui i due pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi hanno dato parere negativo - la Corte l'ha già rigettata (sulla base delle valutazioni del perito incaricato dal collegio giudicante) ed ora la questione è approdata davanti alla Corte d'appello. Sul trasferimento di carcere (su questa richiesta i due pm non si sono opposti) l'amministrazione penitenziaria non si è ancora espressa. Quindi, al momento, Vertinelli segue il processo su un lettino, accompagnato nell'aula-bunker dal 118 e dagli agenti carcerari di Parma.