Tirotta: «Macchè minacciato ho saldato i debiti con Blasco»

REGGIO EMILIAIl 54enne Giovanni Tirotta ha patteggiato 2 anni di reclusione per tentata estorsione - a Bologna - e la sua pena è definitiva. È quindi uscito dai guai giudiziari di Aemilia e ieri è stato sentito per chiarire i suoi rapporti con l'imputato Gaetano Blasco relativamente all'acquisto di un tetto in legno. Apparso timoroso, gli è stato chiesto se ha subìto minacce, ma il teste ha negato. «Quel tetto costava 6mila euro e non riuscendo a pagare un residuo di 3.700 euro, ho lavorato un paio di mesi per Blasco e mi pagava pure...». Tirotta si è sdebitato facendo comunque un sacco di lavori (muratura, assistenza agli impianti, fogne). Ha detto di non avere mai avuto contatti con Antonio Valerio.